Crescia di Pasqua Claudia – La morbida

crescia di pasqua la morbida

Continua la saga della Crescia di Pasqua. La terza versione è una crescia morbida che mi ha stupito piacevolmente per un sacco di buoni motivi: 1) non sono abituata a pensare la crescia di Pasqua con la crosta morbida, di solito è dura, croccantina e con quel saporino amarognolo e caratteristico di parmigiano “cotto” 2) aveva una forma estremamente regolare, una cottura molto uniforme, sembrava un prodotto industriale e invece era super-artigianale; 3) l’autrice, Claudia, non mi era nota per essere così brava ai fornelli, anzi, al forno! Avevo avuto il modo di assaggiare il brodetto da favola del marito, ma lei è stata una vera sorpresa!!! Vediamo di recuperare: adesso aspetto anche le prossime ricette!!! 4) mi fa strano anche pensare che ci sia una crescia definita esattamente come mi chiamano i miei amici (la Morbida, non la crescia, uffi…), per quanto mi riguarda, a causa del mio cognome, ma non solo… grrrr!

Versione “soft”:
CLAUDIA – LA MORBIDA:
ho assaggiato una fetta di questa buona crescia e sono subito rimasta colpita dalla morbidezza esterna della crosta. Anche se adoro la croccantezza di una buona crosta ben cotta, questa crescia rimane morbida dentro e fuori, piacevole consistenza e non troppo pesante di sapore.

INGREDIENTI
farina tipo 0 kg.1
parmigiano grattugiato
300 gr.
pecorino sardo
100 gr.
lievito di birra
150 gr.

olio e margarina 150 gr. (in totale)
uova
10
sale, pepe, noce moscata
q.b.
strutto
(per ungere la pentola o eventuali stampi in carta)

PREPARAZIONE
Amalgamare farina, formaggi sale, pepe, noce moscata aggiungere le uova, il lievito sciolto in un po’ d’acqua tiepida, l’ olio e la margarina. Lasciar lievitare per circa 2 ore. Impastare nuovamente e metterle negli stampi, lasciare lievitare nuovamente. Quando sarà lievitato infornare a 180° C in contenitori unti con lo strutto o in stampi in carta. Dopo 40 minuti cominciare a fare la prova stuzzicadenti per sentire se all’interno è ancora umida, al massimo cuocere per un’ora.

musica da gustare

“Gethsemane” – OSD “Jesus Christ Superstar”

altre ricette simili

CONDIVIDI
FacebooktwitterpinterestmailFacebooktwitterpinterestmail
SEGUI
FacebooktwitterpinterestFacebooktwitterpinterest
Leave a Reply