Crescia di Pasqua Marina – La speziata

crescia di pasqua la speziata

La ricetta più segreta, che, anni fa, le casalinghe, quasi sempre, raccontavano in maniera vaga e, talvolta, anche depistante (la guerra è sempre guerra…). La crescia di pasqua, o pizza di Pasqua è uno dei protagonisti strepitosi della Pasqua in tavola di un po’ tutta la nostra bella e buona regione Marche.

Per quest’anno Angioletto che cucina vuole proporvi la bellezza di 4 versioni di Crescia di Pasqua con varianti più o meno sostanziali. Un paio di giorni di gloria per ogni versione, e, naturalmente, mi aspetto di vedere nei commenti la descrizione dei risultati che avete ottenuto con queste ricette, so già di qualcuno che le ha provate! Se volete conservarle e leggerle su carta, ritrovate queste stesse ricette pubblicate sul giornale “Il Metauro” con cui Angioletto collabora da circa un annetto.

Iniziamo con la versione speziata:

MARINA – LA SPEZIATA: versione leggermente “esotica” per questa crescia che si distingue per l’uso di diverse spezie, in particolare dello zafferano, che si usa anche per ravvivare il colore della crescia conferendole un bel giallo intenso. Altra caratteristica unica, la lievitazione: parcheggiare la macchina (sì, l’automobile…) al sole, mettere la teglia con la crescia di Pasqua a lievitare nell’auto, avendo cura di chiudere bene sportelli e finestrini…

INGREDIENTI:
farina 0 1 kg.
uova 8
parmigiano grattugiato 200 gr.
pecorino grattugiato 100 gr.
strutto 150 gr.
olio 50 gr.
sale 20 gr.
pepe un cucchiaino raso
noce moscata un cucchiaino scarso
cannella un cucchiaino scarso
zafferano una bustina
latte un bicchiere
lievito di birra 100 gr.
strutto per ungere i contenitori

 

PREPARAZIONE:
In un capiente recipiente sbattere le uova con sale, pepe, aromi, olio, strutto sciolto a fuoco basso, formaggi grattugiati, unire il lievito fatto sciogliere in un bicchiere di latte tiepido con un pizzico di zucchero, unire tre quarti di farina, sempre mescolando, quando il composto sarà omogeneo e ancora morbido, versarlo sulla spianatoia unendo la restante farina , lavorare velocemente con le mani e suddividere l’impasto nei contenitori da forno precedentemente unti bene di strutto. Riempirli a metà con il composto. Metterli a lievitare in un luogo caldo e riparato (l’ideale sarebbe dentro l’auto, parcheggiata sotto il sole, con finestrini chiusi). Quando il composto sarà raddoppiato riempiendo completamente i contenitori infornare a 180° C. Il tempo di cottura varia a seconda delle dimensioni del contenitore. Ci vorranno circa 45 minuti per contenitori medi.  Quando la crosticina esterna sarà ben dorata, spegnere il forno e far intiepidire le cresce, toglierle dai contenitori e farle asciugare su una gratella o su carta assorbente da cucina.

musica da gustare

“What’s The Buzz” – OSD “Jesus Christ Superstar”

altre ricette simili

CONDIVIDI
FacebooktwitterpinterestmailFacebooktwitterpinterestmail
SEGUI
FacebooktwitterpinterestFacebooktwitterpinterest
Leave a Reply