Pane fritto

pane fritto

So’ tornata! Mi sono un po’ imboscata, devo dire ultimamente, ma in realtà ero lì dietro al vostro pc, qualche cosina nuova ogni tanto sul blog l’ho messa, infatti. Comunque vi ho pensato e ho messo da parte un po’ di ricette per voi, oltre ad altre cose in cantiere… dormite preoccupati! Torniamo a noi, va’…Chi mi conosce sa quanto ami il pane,troppo: datemi due fette di pane con una fetta di pane come ripieno, e io sono contenta … Prima o poi vado in qualche clinica per il rehab, tanto va di moda … Insomma, l’altra sera vado a preparare qualcosa per cena e noto con sommo orrore che, l’unica cosa che mi mancava era il pane … Aaaaaaaaaaaargh! Non ci penso nemmeno a muovermi e andare al supermercato per un “piccolo” pezzo di pane e quindi mi organizzo per panificare in casa. Complice l’ora tarda e la fame che già incombeva … decido di fare due varianti velocizzanti sia per la lievitazione che per la cottura. Farina, sale, zucchero, acqua e lievito secco, il famoso Mastro Fornaio che dovreste trovare tranquillamente in tutti i supermercati, anche perché di marca Pane degli Angeli. In definitiva è sempre lievito di birra, ma secco, disidratato e con una lievitazione abbastanza breve e che mi è piaciuta, devo dire … Metto tutto in una ciotola, impasto con acqua tiepida a mano a mano che la farina la assorbe, faccio una bella palla che metto a riposare coperta da uno strofinaccio. Mi metto a fare altro e lei cresce cresce, quando la riprendo è bella soffice, pronta per essere cotta. Visto che era il caso di sbrigarsi anche nella cottura, faccio una cosa non proprio sana, ma superbuona, sigh! Prendo una padella antiaderente, metto un giro d’olio, lo scaldo e nel frattempo “stendo” il pane in strisce dalle forme irregolari dello spessore di mezzo centimetro, con un pennello in silicone le spalmo leggermente con olio e le cospargo con poco sale grosso, che spingo un po’ sulla pasta per fissarlo. Una o due alla volta le sistemo nella padella con l’olio e le giro bucherellandole con una forchetta. Cotte da una parte, le giro e ripeto l’operazione dall’altra: pronte! Il resto della cena l’avevo preparato durante la lievitazione, mi mancavano solo forchetta e coltello! Favoloso ‘sto pane fritto: credo che farò spesso finta di aver finito il pane e ripetere l’esperienza! Eheheheheh!

INGREDIENTI:
farina 00
300 gr.
zucchero
1 ½ cucchiaino
sale fino
1 cucchiaino raso
sale grosso
q.b.
acqua
250 cc. circa
lievito “Mastro Fornaio”
¾ di bustina
olio

PREPARAZIONE:
In una ciotola setacciare insieme la farina, lo zucchero e il sale fino, creare un cratere ed inserirvi il lievito. Versare a filo l’acqua e cominciare ad impastare. Aggiungere altra acqua a mano a mano che viene assorbita. Impastare per circa dieci minuti anche aggiungendo farina, se necessaria, o comunque fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Coprire con un canovaccio e mettere a riposare in un luogo senza correnti o dentro il forno preriscaldato a 50°C. Dopo 30 – 40 minuti, riprendere l’impasto, stenderlo con uno spessore di circa mezzo centimetro e tagliarlo in strisce irregolari. Pennellare con poco olio e cospargere di sale grosso premendolo per farlo aderire. Scaldare un filo d’olio in una padella antiaderente, quindi inserirvi una o due strisce alla volta, girare velocemente bucherellandole con una forchetta. Cuocere bene da un lato e ripetere l’operazione dall’altro lato. Servire molto calde.

altre ricette simili

CONDIVIDI
FacebooktwitterpinterestmailFacebooktwitterpinterestmail
SEGUI
FacebooktwitterpinterestFacebooktwitterpinterest