Angioletto e Sanremo – terza serata

mo angioletto terza serata

Terza serata e terzo resoconto di Angioletto. Ieri sera è successa una cosa carina, che ha contribuito a rendere veramente piacevole per me la visione di Sanremo. Visualizzazione in TV e commenti in tempo reale sul sito della RAI e su Facebook (e poi con la mano rimanente, cenavo…) e a un certo punto, un amico toscano si materializza su Facebook e mi chiede cosa pensasse Angioletto dei vari cantanti. Non me l’avesse mai chiesto: gli snocciolo una serie di commenti semi-seri su questo e quello, tanto che dice che vuole rimanere lì fino alla fine, in diretta interregionale con me, perché lo facevo ridere troppo! Sarà che a 4 anni cantavo tutte le canzoni del periodo (Celentano, Caterina Caselli, Massimo Ranieri & Co.), dai 10 mi sono fatta regalare una “radiolina” diversa per ogni compleanno, ai 18 ho iniziato ad ascoltare le prime radio private e dopo qualche mese a far radio, trasmettendo musica a raffica per 8 anni! Poi la musica ha continuato a seguirmi (peggio di uno stalker…) con tutti i dispositivi possibili e ovunque. I Festivals li ho praticamente seguiti tutti, a parte qualcuno intorno agli anni 80, anni moooolto bui per Sanremo, che aveva avuto un crollo verticale di ascolto e di prestigio. C’è voluto il solito Pippo nazionale a ritirare su col crick le sorti del Festival. Stasera avremo una presenza virtuale e una reale di due dei più grandi presentatori di Sanremo: verrà dedicata una statua a Mike Bongiorno e Pippo contribuirà a celebrarne il ricordo, insieme con la moglie e i figli. Ma velocemente, passiamo a cosa è successo ieri sera:

Serata di San Valentino, per cui i due conduttori si buttano nell’interpretazione di ‘Vattene amore‘, di Amedeo Minghi e Mietta, sì insomma, “Trottolino amoroso…” per gli amici… Se non li avete sentiti, non avete perso niente …La fine con tanto di fiori e di bacio però, movimenta l’esibizione, che vorrebbe cancellare dalla memoria della Littizzetto il bacio appassionato scambiato con Pippo (che schifo!).
Iniziano i cantanti:

Simona Molinari e Peter Cincotti: sento parlare molto della bellezza della Molinari, sì, ma non mi dite che la canzone è carina solo perché ha un po’ di ritmo!!!!
Marco Mengoni: in crescendo il mio gradimento per questo pezzo. In radio farà sfaceli!
Elio e Le Storie Tese: sempre più simpatici! spuntano delle braccia di troppo dalla giacca di Elio e l’esibizione è molto piacevole, anche ascoltarli nelle varie interviste TV è uno spasso!
Diretti da Beppe Vessicchio, il quale deve anche accondiscendere al volere della Littizzetto che vuole per forza una reliquia dell’immarcescibile direttore d’orchestra: gli taglia un ciuffetto di barba! che imbusta e nascond … in seno… E’ fuori!
Malika Ayane: brava, e finalmente comincio ad apprezzare il pezzo, che non mi aveva entusiasmato inizialmente.

Parte un monologo della Littizzetto che, prima ci fa ridere facendo una sorta di dichiarazione d’amore dalle donne ai propri uomini con motivazioni assurde, poi accenna, ma in maniera decisa, al riconoscimento dei diritti delle coppie, qualsiasi sia la composizione dei sessi, infine si butta a bomba sulla violenza sulle donne e sul femminicidio e scatena applausi e approvazione del pubblico. Segue un balletto in cui Luciana è riuscita sì e no a beccare un paio di movimenti, disperazione anche del coreografo più paziente…
Si riparte con la musica:

Marta sui Tubi: bravi, rimangono particolari, da digerire con calma. Fanno un po’ troppo gli spiritosi sul palco …
Chiara Galiazzo
: confermo che è proprio brava, un posticino sul podio glielo darei volentieri;
Arriva Roberto Baggio che, prima ci tedia con il fatto che sono 10 giorni che non dorme per l’emozione di dover presenziare a Sanremo, poi ci schianta facendo un predicozzo ai giovani che devono abbracciare i loro sogni e seguirli (con i problemi che hanno a trovar lavoro, non hanno molto tempo di sognare…). Per fortuna finisce, ma che lagna!

Tornano i cantanti:
Max Gazzè: sento qua e là nelle TV, Internet ecc.che piace, per me è una marcettina delle sue, sorry;
Annalisa: mi piace proprio come canta, anche se non brilla per simpatia, per niente;
Maria Nazionale: torna la versione de noantri di “My way”… Bella voce, ma Frank era un’altra cosa…
Simone Cristicchi: torna quello che è morto per la prima volta… i suoi testi sono talmente particolari che già dopo 3 – 4 ascolti, basta…

Arriva un ospite, Antony and the Johnsons, mai sentito. Aspetto strano e voce INCREDIBILE. Un farsetto che non sembra possa uscire da un personaggio, sembrava doppiato! Mi sono documentata in rete ed è un fenomeno che probabilmente solo da noi non era ancora conosciuto. Segue un discorsetto in cui si scusa con la sorella, che ha maltrattato da piccola, ma ora si è abbondantemente pentito, grazie a Dio …

La gara:

Modà: Kekko dei Modà canta meglio, i suoi fans in giro per Sanremo e i vari programmi TV, non accennano nemmeno ad un’esibizione così così: poco obiettivi…
Daniele Silvestri: complimenti per l’esibizione a lui, e complimenti anche alla mamma …
Almamegretta: qualcuno ha detto che forse avrebbero fatto meglio ad avere anche loro un traduttore L.I.S. Sono d’accordo…
Raphael Gualazzi: go Raphael, go! A dire due parole in più, imparerai con calma…

Una giovane pianista ci suona un famoso pezzo di Chopin: bravissima, ma andiamo avanti, va’…

GIOVANI:
Andrea Nardinocchi: accenna movimenti da dj, cerca di fare un po’ di r’n’b della mutua, ma non convince;
Antonio Maggio: un guitto! Simpatico, molto teatrale, passa il turno;
Paolo Simoni:
giovane, ma già una via di mezzo tra Mingardi e Guccini… non mi sono mai piaciuti, nessuno dei due …
Ilaria Porceddu:
esagera nel look con un vestito optical, ma lei è carina e canta bene, infatti passa il turno.

Ospiti:

Arriva Al Bano che ci bombarda con un medley dei suoi successi, ma purtroppo anche per lui passa il tempo ed è arrivato il calo di voce, per far vedere che è in forma si esibisce in una serie di flessioni che mi ha fatto temere il peggio…  “Aiuta” Al Bano per la voce femminile Laura Chiatti, bella, ma meglio che faccia il suo mestiere…

La classifica provvisoria dei Campioni vede in testa Marco MengoniModà e Annalisa, ma è stata decretata solo dal televoto, poi si ricambia metodo di votazione, quindi niente paura …

A domani!

condividi