Minestra in brodo di cappone

minestra_in_brodo_di_cappone

… continua da ieri, come promesso! Se vi siete persi la prima puntata, avete proprio bisogno di andare a rileggerla: allora cliccate qui. Sì perché ieri, con la ricetta del cappone lessato con le verdure abbiamo automaticamente ottenuto il brodo di cappone. E parliamo di brodo-di-cappone, quindi scattate sull’attenti perché è un signor brodo, un cult (vi vedo che nascondete dietro la schiena i dadi da brodo!). Eravamo arrivati a preparare il piatto con cappone e verdure e avevamo filtrato il brodo, dopodiché l’avevamo depositato in un contenitore in vetro in frigorifero per tutta la notte.
Il mattino, riprendendolo potrete eventualmente provvedere ad un ulteriore “scrematura” di grasso depositatosi durante il riposo, ottenendo un brodo pressocché “puro”. Chiaramente con un brodo così si può fare veramente di tutto. Oggi ci cuociamo una semplice minestra tipo risoni che ci permette di non coprirne neanche un po’ di sapore, ma già una pasta all’uovo presa al negozio vicino casa sarà un bel coronamento del piatto. Molti considerano che il massimo sia la pasta ripiena tipo cappelletti, anolini, tortellini ecc., ma, per i miei gusti, preferisco un brodo leggero con una pasta sostanziosa come quella ripiena e viceversa: voi?

INGREDIENTI: (per 4 persone)
pasta per minestra tipo “risoni” 200 gr. o pastina all’uovo 160 gr.
sale grosso
brodo di cappone
2 litri

PREPARAZIONE:
Mettere il brodo in una capace pentola, quando bolle versare la pastina,  cuocendola per il tempo indicato sulla confezione o consigliato dal negoziante del negozio di pasta fresca. Aggiungere sale se serve e servire con parmigiano grattugiato.

mdg_2

“La gallina” – Cochi e Renato

SCOPRI!!!

NON IMPEGNANO

GLI ANGIOLETTI

CERCA UNA RICETTA

Scrivi il titolo di una ricetta, completo o parziale per trovare quella che cerchi

Accedi

Registrati

* i campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori