Antipasto in gelatina

antipasto_in_gelatina

Eccomi! Credevate fossi fuggita in qualche isola tropicale? Errore! Ho razzolato un po’ per “l’ aia”, alias la mia città che, avendo il mare, in estate permette di fare la vita da turisti, pur restando nel solito ambiente. Periodo clou per feste, fuochi d’artificio, bagni di sole, bagni d’acqua 😉 cene, sudoku di gruppo sotto l’ombrellone ecc. ecc. Questo ed altri impegni … (veri stavolta, di studio, sempre per il web & i suoi siti, sembra il nome di una band…) hanno rallentato un po’ il blog, ma questo non significa che nel frattempo io non abbia continuato a raccogliere ricette e foto per tornare a pubblicare nuove proposte, anche se ancora per un po’ di giorni andremo con calma, ma credo che un po’ di ferie me le concediate volentieri … A suggellare il fatto che in effetti l’attività di reperimento di nuovo materiale per il blog procede sempre, è la ricetta di oggi, che la sottoscritta ha realizzato per uno dei consueti pranzi in spiaggia con gli amici, coniugando esigenze di facile trasporto, praticità di conservazione, estetica allettante e bontà!!! Dopo il suggerimento venuto da Elena con il suo pollo, mi si è scatenata la fantasia per i più svariati usi della gelatina. Ricordavo però vagamente di aver sentito che, invece di usare la colla di pesce, esistessero degli appositi dadi per fare la gelatina.
Come tutte le volte in cui c’è un ingrediente talmente particolare da essere praticamente identificato dalla marca, facciamo nomi, così siamo tutti contenti: l’azienda produttrice, che si becca una pubblicità gratuita insperata, voi, che sapete cosa cercare andando a fare la spesa e io, che riesco ad indirizzarvi in maniera univoca sul prodotto più adatto. Se volete replicare questa ricetta cercate: “Gelatina in dadi”, marca Ideal, scatola da 2 dadi, grandi più del doppio di quelli normali e, a differenza di quelli, di una consistenza non grassa, ma polverosa, sabbiata … Voglio esagerare: vi metto anche l’immagine, e ditemi che non sono brava ;))))))))

gelatina

Non abbiate timore sull’uso della gelatina (solidifica, non solidifica, aiuto!) oppure non affannatevi a usarla di volata appena tolta dal fuoco solo perché avete paura che solidifichi prima ancora di versarla nei bicchierini: devo dire che è un materiale piuttosto tollerante, vi aspetta, rispetta i vostri tempi e non avrete sicuramente nessun problema. Anch’io avevo dei dubbi, come sempre quando uso un materiale/ingrediente nuovo, di cui non conosco le “reazioni” … ma è andato tutto come da copione. Anche gli antipastini-fingerfoods sono andati bene, soprattutto tra gli amici milanesi che mangiano aspic e simili per tradizione: nel frattempo mi hanno commissionato un TIR di dadi nell’unico supermercato in zona dove li ho trovati, per poterli usare mentre sono qui in vacanza. Allora è proprio vero che la pubblicità virale  è potente …

p.s. carini i bicchierini trasparenti, eh?
Recuperateli indifferentemente dopo che i commensali hanno provveduto a svuotarli del contenuto, lavateli e riusateli: tornano come nuovi, e poi, con quello che costano!!! …

INGREDIENTI: (per 12 bicchierini)
piselli fini
200 gr.
cetriolini piccoli in salamoia
24
carote medie
2
patate medie
1
gamberetti piccoli surgelati
200 gr.
mozzarella in perle
o mozzarella classica 60 gr.
dadi per gelatina 1
sale
aceto balsamico
2 cucchiai

PREPARAZIONE:
Preparare la gelatina come indicato sulla confezione, alla fine aggiungere l’aceto balsamico e mescolare. Versarne un po’ sul fondo di ogni bicchierino e mettere in frigo a solidificare. Nel frattempo lessare i piselli, le patate e le carote senza che diventino troppo morbidi, scolare i cetriolini e le perle di mozzarella, in mancanza, tagliare mezza mozzarella classica a dadini piccolissimi e scolarla bene. Lessare per un paio di minuti i gamberetti in acqua leggermente salata e scolarli. Tagliare a dadini le patate,  ricavare dalle carote 12 rondelle e tagliare a dadini il resto. Dividere a mucchietti su un tagliere gli ingredienti da assemblare, togliere i bicchierini dal frigorifero e cominciare ad inserire in ogni bicchierino un po’ di piselli, carote a dadini, un paio di cetriolini, le patate, la mozzarella e un paio di gamberetti. Per ultimo mettere una rondella di carota e riempire con la gelatina ancora liquida. Mettere in ogni bicchierino una discreta quantità di ingredienti per evitare di dover usare molta gelatina.  Mettere in frigorifero per diverse ore, o anche per una notte, servire appena tolti dal frigo.

mdg_2

 “Rock That Body” – Black Eyed Peas

condividi

2 thoughts on “Antipasto in gelatina

  1. Bellissimi oltre che buoni, mi immagino!!!Sono daccordissimo sul ri-uso dei bicchierini … Pratico e risparmioso. Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *