Conchiglie di vongole e gamberetti

conchiglie_di_vongole_e_gamberetti

Qui da me, ridente cittadina di mare sulla costa Adriatica… il sabato c’è il mercato: di tutti i generi, alimentari e non, compreso quello del pesce. Anche il mercoledì c’è, ma intendevo dire che, se siete stati al mercato ieri (o al supermercato, che forse è un po’ più facile…) e avete preso un bel sacchetto di vongole, ecco un bel modo per impiegarle, fermo restando che abbiate anche un bel pugno di gamberetti, se proprio non si può fare di meglio, anche congelati. Tutti i “pesci” che stanno in un guscio o che comunque abbiano una corazza coriacea, mi fanno gola e tanta festa, sarà perché questo vuol dire che non bisogna combattere con le lische, per cui sono più invitanti…

Addirittura qui togliamo il guscio alle vongole, ma le ridepositiamo e componiamo il nostro ottimo antipasto nei gusci vuoti di capesante, sempre da tenere per occasioni come questa, per fare bella figura, oltre che per il gusto, anche per la presentazione.

INGREDIENTI:
vongole veraci 1 kg.
gamberi 300 gr. sgusciati
prezzemolo
peperoncino
aglio
2 spicchi
pomodorini
olio extra vergine d’oliva
gusci di capesante

PREPARAZIONE:
In una padella fare aprire le vongole senza farle cuocere troppo, sgusciarle tenendo da parte il loro brodo di cottura, dopo averlo filtrato bene. In una padella versare dell’olio, aggiungere due spicchi d’aglio tritato, rosolare appena, quindi versare le vongole con il loro sughetto, i gamberi sgusciati e alcuni pomodorini tagliati a spicchi, fare andare sul fuoco a fiamma vivace per alcuni minuti, non di più, insaporire con peperoncino e prezzemolo tritato. Disporre gamberi e vongole nei gusci vuoti di capesante e servire.

mdg_2

“Fin che la barca va” – Orietta Berti

condividi

2 thoughts on “Conchiglie di vongole e gamberetti

    1. @ beatrice allora presto mi toccherà inserire una ricetta con le capesante in modo che possiate fare scorta di gusci…
      @ laura se mi chiami, ti “arieggio” io lo speck: mi fa impazzire tutto quello che è affumicato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *