Pasticcini ai ceci

pasticcini_ai_ceci

Eccomi! Sono stata un po’ uccel di bosco, ma spero abbiate notato che, mentre con una manina ho fatto 2.000 cose, con l’altra ho inserito un po’ di bandierine per festeggiare la settimana che ci porterà nel pieno dei festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. E allora, anche per onorare un po’ la ricorrenza, una ricettina, la farinata di ceci, che è originaria di una regione precisa del nostro stivale, la Liguria, anche se poi, naturalmente si è estesa anche in altre, con le dovute varianti. A proposito di varianti, la sottoscritta ne ha fatte di sue, aggiustando un po’ il tiro in quanto a forma e ingredienti. Vi dicevo che, ogni tanto, mi lascio andare a qualche acquisto compulsivo di ingredienti particolari e, sicuramente, la farina di ceci, è uno di quegli ingredienti “strani” che si comprano per poi usarli per ricette molto originali. Quella busta trasparente era un po’ che mi strizzava l’occhio tutte le volte che aprivo lo sportello della dispensa e alla fine ho ceduto anche perché avevo un altro motivo molto allettante per mettere in moto la macchina organizzativa… Basta che guardiate la foto e capirete che non vedevo l’ora di utilizzare quei meravigliosi pirottini in silicone coloratissimi che avevo comprato già da un po’ e che scalpitavo per poterli usare e … fotografare.

Carini no? Molto, moltissimo: a me fanno impazzire, adesso aspetto che mi venga in mente la ricettina giusta per valorizzarli anche con qualcosa di dolce. Tornando alla farinata, la ricetta vera e propria prevede un sacco d’olio perché la cottura è una specie di frittura in forno: non ve la consiglio… Il mio forno ancora piange gli effetti deleteri degli schizzi d’olio per ogni dove peggiorati dall’alta temperatura… sigh! Ho pensato bene quindi di modificare la cottura, facilitarne una po’ la morbidezza con il lievito e stemperare il sapore particolarissimo della farina di ceci con l’aggiunta di farina bianca classica. Insomma: direi che le proporzioni degli ingredienti sono molto personali e consiglierei, visto il poco impegno che in realtà richiede fare questi “pasticcini-fingerfoods”, di provare una prima volta con quantità minime, trovare il gusto-giusto e poi magari procedere all’approvazione di un pubblico più vasto. Un bel bicchiere di vino bianco, fresco e frizzante, assolutamente di produzione italiana e “cin cin Italia”!!!

INGREDIENTI:
farina di ceci
150 gr.
farina 00 100 gr.
acqua 400 ml.
olio e.v.o.
4/5 cucchiai
pepe
sale fino
q.b.sale grosso q.b.
lievito di birra
10 gr.
rosmarino

PREPARAZIONE:
Mettere in una terrina le due farine, mescolarle e aggiungere a filo l’acqua appena intiepidita sempre mescolando con un cucchiaio di legno e facendo attenzione a non formare grumi e aggiustandone la quantità fino a raggiungere la consistenza di un impasto fluido e liscio. Aggiungere l’olio, il pepe e il sale fino. Amalgamare bene e infine aggiungere il lievito sciolto in pochissima acqua tiepida. Lasciar riposare per un paio d’ore, mettere l’impasto in un sac-a-poche con beccuccio rigato, distribuire nei pirottini da forno spolverare con chicchi di sale grosso e aghi di rosmarino. Cuocere in forno preriscaldato a 190° C per 20 – 25 minuti circa.

mdg_2

“L’italiano” – Toto Cutugno

condividi

2 thoughts on “Pasticcini ai ceci

  1. MMMMmmmolto buoni e veramente easy! Grazie per queste idee finger food! Mi tornano veramente utili.
    Baci Laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *