Bocconcini di pollo all’arancia

Della serie “come rigiriamo stasera il petto di pollo” oppure anche “come facciamo a mangiare saporito e limitare i danni???…”, oggi facciamo una ricettina veloce ma non così banale come può sembrare ad una prima occhiata. Lo speck e il succo d’arancia rivoluzionano la tranquillizzante fetta di petto di pollo, frequentemente sulle nostre tavole, e le danno una sferzata d’energia a favore di un sapore spiccato e allettante. Ma diciamola tutta: è sempre farina del sacco della cugina Tiziana che non dorme di notte per contenere calorie e, soprattutto, (ci tiene a ribadirlo), contenere i grassi, quelli brutti e cattivi che rimangono aggrappati direttamente ai rotolini sui fianchi e in altre zone che non cito perché non posso sapere se mi state leggendo in fascia protetta… Non so se in occasione di altre ricette con lo speck vi ho detto come io lo abbia incontrato la prima volta (sì, il soggetto è lo speck…). Sui 12-13 anni d’estate andavo  in montagna a pozza di Fassa e una delle escursioni previste era al Passo di Falzarego. Dopo aver fatto una breve ma stancante scarpinata, io e il mio gruppo ci siamo fermati al rifugio a “rifocillarci” e io mi lasciai attrarre da un panino scuro, molto invitante: era dell’ottimo pane affumicato con dello speck, altrettanto affumicato. Non l’avevo mai assaggiato e l’impatto fu altamente “devastante” (slurp!). Forse la cornice idilliaca di una vista per me inconsueta di montagne innevate, le guanciotte rosse dal freddo e l’appetito ahimé sollecitato dalla passeggiata ad alta quota hanno esaltato ulteriormente, anche se non ce n’era proprio bisogno, il mio apprezzamento degli ingredienti del panino, ma, con il senno di poi, devo dire che uno speck e un pane così, non li ho più ritrovati.

Da allora lo speck rimane per me una prelibatezza che ha una doppia valenza di gusto e di ricordi passati e piacevoli, per cui va bene anche trovare la scusa di accostarlo al petto di pollo, magari aggiungendone una fettina in più di quelle previste…

INGREDIENTI: (per 4 persone)
petto di pollo o tacchino
600 gr.
speck a fettine
4 – 5
alloro
1 foglia (essenziale)
succo di un’arancia
farina
q.b.
sale e pepe
q.b.
brodo vegetale
q.b.

PREPARAZIONE:
Spezzettare grossolanamente  le fettine di speck  e metterle in una padella antiaderente con la foglia d’alloro, senz’olio. Far rosolare bene e deglassare con un mestolo di brodo vegetale. Tagliare il petto di pollo a tocchetti, infarinarli e versarli nella padella con lo speck. Cuocerli per alcuni minuti aggiungendo eventualmente del brodo vegetale. Irrorare infine il tutto con il succo d’arancia e far tirare il sughetto.

mdg_2

“Yodel” – dal film “Mucche alla riscossa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *