Composta di arance

composta_di_arance

Lo sapete che noi appassionate di cucina, con il tam tam di Internet, i nostri blog, Facebook  e  tutte queste diavolerie tecnologiche 😉 ci trasmettiamo anche le manie, le mode, le passioni del momento. Ogni tanto ci sono delle ricette che trovate un po’ in tutti i blog quasi contemporaneamente, e, naturalmente, sono quelle “di stagione”: quando appare sul mercato un frutto o una verdura particolare, via, tutti a sguinzagliare le ricette che magari avevamo messo nel cassetto perché ormai “obsolete”, sì, ma solo per qualche mese! Le passioni del momento però sono ben più pericolose, perché includono anche un possibile acquisto compulsivo. Così come i frutti e le verdure di stagione, ogni tanto arriva qualche foodblogger dal suo sito o qualche voce dai forum che grida al miracolo! Tutto ciò perché, cucinando cucinando, hanno scoperto un qualche aggeggio incredibile che taglia, frulla, omogeneizza, copia/incolla e dà anche una passata di cera … (io sto aspettando con ansia quello che stira anche le camice!)

Le aziende produttrici di elettrodomestici, che una volta producevano frullatori e fruste per dolci minimalisti e altri strumentini utili, ma poco più sfiziosi, si sono lanciati sempre più nella produzione di tanti altri e ben più specifici aiuti in cucina, promettendo soluzioni clamorose alle esigenze delle casalinghe di oggi. La manifestazione più clamorosa di questo andazzo è rappresentato dal successo della macchina per il pane, presente da molti anni sul mercato, ma solo recentemente salita vertiginosamente di quotazione, con il tam tam di cui sopra e la conseguente pubblicità virale partita dagli stessi acquirenti. Pur essendo diversi tra di loro, diciamo che tre sono i modelli di punta della serie “frulla/impasta/cuoci/sminuzza/mescola/ecc.” (devo fare nomi, anzi marche, altrimenti non ci capiamo): il Bimby, il robot Kenwood e il Kitchen Aid. Gli ultimi due sono più simili come prestazioni (impastano, emulsionano, ecc.), ma il primo svetta perché cuoce all’interno del suo boccale. Non voglio fare uno spot pubblicitario, ma io adoro il Kitchen Aid con il suo movimento planetario (che ha anche il Kenwood) e con una linea bellissima che fa arredamento e che già vale l’acquisto, il Kenwood lo ammiro per l’aspetto robusto costituito dal suo corpo in metallo e l’uso semi-professionale, per il Bimby “devo“ fare quasi un atto di fede, perché è il più amato da Lucia, l’ amica che mi passa (virtualmente e realmente, gnam!) fior di ricette fatte dal “Bimby” e non c’è proprio niente da ridire, anzi… Dice: “… metti tutto lì dentro e poi lui fa il resto…”  ;)))) Oggi ha messo lì arance, limoni e poco più et voilà, un’ottima composta di arance da abbinare ai formaggi o semplicemente da stendere su una fetta di buon pane. Conosco molte fans sfegatate del Bimby che, neanche ci prendessero la percentuale, tentano di convincermi a comprarlo come le voci delle sirene che tentavano Ulisse, ma io sono ben legata all’albero maestro, soprattutto perché per tutti i 3 modelli di cui sopra, ma tantopiù per il Bimby, stiamo parlando di cifre importanti, dei veri e propri investimenti che vanno fatti solo se sicuri che potremo ammortizzare con un uso intensivo. Certo però che, se imparasse a stirare le camice, mi potrei anche far convincere …

INGREDIENTI:
arance
1 kg.
limoni 2
zucchero 700 gr.
carote 2

PREPARAZIONE:
Pelare a vivo le arance e i limoni e tenere da parte 60 gr. di scorza mista, senza la parte bianca. Inserire nel boccale la frutta, le scorze, lo zucchero e le carote: 1 minuto da 0 a turbo. Cuocere per 40 minuti a 100° C velocità 3 o per più tempo a seconda della densità desiderata.

mdg_2

“The Orange Juice Song – Deep Purple”

2 thoughts on “Composta di arance

  1. Ciao Cris, simpaticissimo il tuo articolo e la ricetta la provo con il mio Bimby che purtroppo non stira ma per altre cose è un portento. Peccato che il mio By sia la Ferrari ed io lo uso come la 500 Fiat. Devo darmi assolutamente da fare per farlo funzionare al meglio. Ciao e un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *