Biscotti all’amarena

biscotti all'amarena
Parlando-parlando con un paio di colleghe di origini napoletane, dopo aver snocciolato il nome dei dolci più classici e libidinosi della loro zona (per esempio la sfogliatella riccia, yuhuuh che spettacolo!) le ho sentite citare entusiasticamente un certo biscotto all’amarena : comeeee??? Cos’è? E’ venuto fuori che sono delle “fette” spesse di pasta frolla ripiene di pan di spagna, cacao, liquore e marmellata di amarene.

Pare che originariamente siano nate come rifugio “peccatorum” di avanzi di ciambelloni, ritagli di basi di dolci ecc. da recuperare da una fine indegna e venire invece valorizzati con l’aggiunta di ingredienti golosi e rimessi poi in circolazione con un successo sicuro. Ricordate la ricetta dei biscottini pan di zenzero? Mi era avanzata un po’ di pasta frolla speziata che avevo gelosamente accantonato surgelandola in quanto piccola ricchezza perché già “a metà dell’opera” nel momento in cui fosse servita “urgentemente”. L’urgenza non c’era, ma la curiosità che mi avevano scatenato le colleghe doveva essere necessariamente soddisfatta …

Non avevo una rimanenza di dolci già fatta ma per il ripieno ho pensato che dei plum-cake sbriciolati potessero fare benissimo al caso e in effetti così è stato. Per il resto ho aggiunto cacao, cannella, marmellata di amarene e granella di nocciole. Ho mescolato tutto e ho creato una specie di ripieno umido, l’ho compattato un po’ e poi l’ho rinchiuso dentro la pasta frolla tirando su i lembi al di là e al di qua del ripieno. Ho tagliato delle fette, le ho spennellate di glassa e ho messo un po’ di marmellata fuori e ho cotto il tutto. Il risultato è stato veramente ottimo. Il bello è che, essendo così vicini a Natale, dentro casa avremo a disposizione tanti buoni ingredienti, molto adatti ad essere usati nel ripieno: avanzi di panettone, pandoro e altri mille torte, frutta secca di tutti i tipi, canditi, marrons glacés, cioccolata e cioccolatini a go-go e chi più ne ha… Anche i bambini apprezzeranno molto, basta evitare di aggiungere il liquore. Le quantità dipendono dagli ingredienti di cui disponete, innanzitutto la frolla che potete comprare già pronta oppure potete fare ex novo recuperando la ricetta qui.

Date sfogo quindi alla fantasia e utilizzate le rimanenze dei super-abbondanti pranzi di Natale: auguri!

INGREDIENTI (biscotti)
pasta frolla
ciambellone o plum-cake o pan di spagna o ritagli di panettone o di pandoro
frutta secca
cacao
cannella
rum o altro liquore
marmellata di amarene

INGREDIENTI (glassa)
1 albume
200 gr di zucchero a velo

PREPARAZIONE
In una ciotola sbriciolare il ciambellone, pan di spagna o altri ritagli di torte, aggiungere il cacao, la cannella, qualche cucchiaio di marmellata di amarene, della frutta secca e qualche cucchiaino di rum o liquore all’arancia o simili. Amalgamare il tutto con una forchetta fino a formare un ripieno umido, non polveroso. Stendere la pasta frolla in un rettangolo, inserire il ripieno al centro e poi richiudere i lembi sopra e sotto il ripieno per chiuderlo, aiutarsi con della pellicola trasparente e modellare per chiudere bene e formare un salsicciotto. Tagliare delle fette di circa 3-4 cm. Per la glassa: montare a neve ferma l’albume aggiungendo lo zucchero a velo a mano a mano sempre mescolando con una frusta elettrica. Inserire in una sac-à-poche con bocchetta piccolissima e decorare oppure far scivolare la glassa sui biscotti. Creare delle piccole righe di marmellata oppure versarne poca sopra la glassa e infornare a 180° C per 30 minuti o fino a cottura desiderata.

condividi