Brioches milleusi

brioches_milleusi

 Se avete un occhio attento (anche due, spero per voi) e vedete delle venature bluastre in mezzo alla superficie di queste briochine simil-muffins, non avete le traveggole, anzi, complimenti per i 10 decimi di vista! E’ che la sottoscritta, tornando al discorso degli ingredienti strani, perlopiù per dolci, che ci si “ritrova” qualche volta in dispensa, come se ci arrivassero con le loro gambe…, oggi aveva trovato delle fialette di coloranti alimentari. E allora ho cominciato a pensare cosa potevo farci, visto soprattutto che non le avevo mai usate. Volevo fare delle briochine per la colazione di domattina e quindi ho pensato di fare delle briochine blu: ero già pronta ad invitare anche i Puffi a colazione… Inizio con gli ingredienti normali e poi alla fine apro la fialetta e comincio a versare pochissime gocce del liquido blu intensissimo! Mi schizza sul piano di lavoro, e passo subito con la spugna umida che stenta per un attimo a togliermi il colore, me ne cadono due gocce su un dito e tutt’ora ho due macchioline azzurrine che non sono andate via neanche con un accurato lavaggio con tanto sapone.

In attesa di capire quale solvente sia più adatto a toglierle dalla pelle, acquaragia???? 😉 vedo l’impasto di un pallido blu, ne aggiungo un tot e il risultato non cambia di molto. Decido inequivocabilmente che l’effetto speciale si manifesterà visibilmente dopo la cottura delle briochine. Passato il tempo di cottura mi appresto a tirare fuori dal forno delle briochine “aliene” e invece escono delle briochine del nostro pianeta, tranquille e, al massimo con qualche venatura sul blu. Appena raffreddate ne apro una per vedere se tutto fosse avvenuto all’interno, quasi sto per mettermi gli occhiali scuri, e invece anche dentro c’è sì un po’ più di blu, ma niente di che… Uffi, avevo letto dappertutto di metterne poco perché il blu si sarebbe visto molto, e invece … In effetti non era il posto migliore in cui impiegarlo, in genere si parla di creme, panna ed altre cose non troppo dense e solide, ma io ho già in mente un piatto dove di solito si impiega per stupire a tavola gli ospiti: attenzione il prossimo esperimento è in agguato!!!!

p.s. briochine “milleusi” perché sono ottime sia per la consistenza esterna, croccante, che per quella morbida interna, ma abbastanza neutre e ideali da abbinare a miele, marmellata, burro, nutella ecc.

INGREDIENTI:
farina 00
350 gr.
zucchero di canna
3 cucchiai
burro
25 gr.
uova
1
acqua
200 ml.
sale
lievito secco attivo
½ bustina
granella di zucchero
colorante alimentare blu
(facoltativo)

PREPARAZIONE:
Nella macchina del pane o nella planetaria mettere nell’ordine: la farina, lo zucchero, l’acqua e il sale e far mescolare, aggiungere il burro ammorbidito a temperatura ambiente e tagliato a pezzi e far mescolare, aggiungere l’uovo, mescolare ed infine il lievito secco. Ne risulterà un impasto molto elastico che disporrete per ¾ della capacità negli stampi di silicone tipo muffins con inseriti dei pirottini in carta, in stampini di ceramica imburrati o in alluminio imburrati e infarinati, ecc. Dopo aver disposto un po’ di granella di zucchero su ciascuno, infornare a 180° C in forno preriscaldato per circa 35 – 40 minuti. Servire per colazione con miele, marmellata, burro, nutella ecc.

mdg_2

“Lady Marmalade” – LaBelle 

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *