Ciambella bicolore

ciambella_bicolore

E’ stato un week-end “difficile”, di quelli dove hai un tot di impegni e, il 99% almeno, prevede anche un “impegno gastronomico”. Si comincia dal venerdì, forse la serata migliore in generale: la gente è molto ben disposta perché ha appena finito la settimana lavorativa, sa che il week end è ancora giovane e pregusta altri due bei giorni interi di riposo, anche se non per tutti è così. Venerdì cena con il gruppo del corso di fotografia, una quarantina di persone molto vivaci: cena in un agriturismo che ci ha deliziato con una miriade di antipastini caldi e freddi, uno più buono dell’altro e molto particolari, prima di cominciare a fare sul serio con primi, grigliate di carne e contorni!

Il vino poi, bastava procurarselo mettendo una brocca sotto una simpatica botticella con relativo rubinetto… e qualcuno ha fatto il solco nel tragitto dal tavolo alla botte e viceversa… Dopo essermi ripresa dalla “fatica” del venerdì, sabato a pranzo una mela e un’arancia (pianto del coccodrillo…) in vista della cena che si preannunciava di nuovo impegnativa… Questa si svolgeva a casa di Lucia, con il resto della banda di amici e il menù, come al solito, era molto vario e nutrito (anche noi, dopo). Naturalmente non mancherà il relativo reportage di ricette nei prossimi giorni, per il momento non voglio svelarvi di più… Domenica bellissima giornata di sole, per cui ho “dovuto” approfittare per fare una lunghissima passeggiata al mare per cercare di smaltire due calorie delle 2 milioni di quelle ingerite… Come ricetta, quindi, iniziamo sì la settimana con un dolce, (e dopo un week end come il mio, non sarebbe il caso…), ma che possiamo utilizzare fondamentalmente come validissima alternativa alle briochine per la colazione. Diciamo che questa grossa ciambella (non spaventatevi delle quantità degli ingredienti, sono per un dolce veramente grande) potrete utilizzarla per tutta la settimana: i primi giorni per gustarla da sola e in quelli successivi per tuffarla in una tazza di latte e caffè per una bella e gustosa colazione pur non raggiungendo le calorie delle famigerate briochine…

INGREDIENTI:
farina 00 450 gr.
burro 300 gr.
zucchero 300 gr.
uova 6
cacao amaro 4 ½ cucchiai
Amaretto di Saronno 6 cucchiai
lievito per dolci 1 bustina
latte

PREPARAZIONE:
In una planetaria sbattere i tuorli con lo zucchero fino a quando diventeranno chiari e spumosi, a parte montare a neve gli albumi e incorporarli delicatamente con una spatola, aggiungere il burro sciolto, l’Amaretto, la farina gradatamente, un po’ di latte per rendere l’impasto liscio ed infine il lievito per dolci. Amalgamare il cacao con ¼ di impasto, imburrare ed infarinare uno stampo col buco e sistemarvi l’impasto chiaro alternato con quello al cacao oppure variegato, a fantasia. Infornare a 180° C per 45 minuti.

mdg_2

“Cacao meravigliao” – Renzo Arbore

condividi

2 thoughts on “Ciambella bicolore

    1. @ beatrice
      ma la ciambella bicolore ha degli effetti collaterali?
      La “tua” pizza dolce? L’hai fatta anche tu? Com’è venuta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *