Cioccolatini sfiziosi

cioccolatini sfiziosi

Ogni tanto cerco il modo per utilizzare questi pirottini in silicone mooolto carini. Dovreste vederli quando sono tutti e 24 impilati nei loro 4 colori, naturalmente non smetto di sistemarli fino a quando i colori non sono ben alternati, una sorta di cubo di Rubik, solo un po’ più semplice … Una sera in cui avevo voglia di usarli e in cui avevo un calo di zuccheri … decido che li avrei usati per dei cioccolatini carini. Apro la dispensa per vedere gli ingredienti a disposizione e inorridisco:praticamente sento l’eco della mia voce mentre mi esce un “oh, no” vedendo che la dispensa langue, ma tanto tanto! Erano un paio di giorni che dovevo andare a fare un po’ di rifornimenti, ma per una specie di sortilegio, mi erano sempre successi degli imprevisti, poi si era fatto tardi e avevo rimandato il tutto al giorno dopo. Ecco il risultato, uffi! E’ vero però che tanto più è difficile la sfida, tanto più grande è l’onore … e l’uva non è matura … Insomma vedo cosa posso mettere insieme, e devo dire che avevo veramente poco per sbizzarrirmi… Avevo in realtà un eccedenza di confezioni di glassa al cioccolato, risultato di una clamorosa offerta in un grosso supermercato che doveva lanciare in particolare un glassa a due colori: come la cioccolata bianca e nera che mangiavo da piccola! Cool! Diciamo che avevo recuperato quanto mi serviva per la “base” dei ciocco, ma cosa utilizzare per dargli un tocco di caratterizzazione? Niente granella di nocciole, niente mandorle, niente ciliegie sotto spirito, che disastro!
Mentre “scartabello” in tutto il reparto Dolci & Co. della dispensa, scanso un pacco di insulsi biscottini secchi, quelli buoni da tuffare nel latte e caffè il mattino e per fare da base nei cheesecakes. Dopo averli scansati e snobbati, realizzo che la dispensa aveva finito di mostrarmi tutto il poco che aveva da offrire e allora mi lascio prendere dalla sindrome di Pinocchio. Conoscete la sindrome di Stoccolma e non quella di Pinocchio? Semplice, quella di Pinocchio è quella per cui il burattino, nonostante fosse affamatissimo e avesse a disposizione solo una pera, l’aveva prima mangiata snobbando la buccia, e poi, avendo ancora tantissima fame, era tornato molto più democraticamente a mangiare anche le bucce … Ragion per cui anch’io sono tornata sui miei passi e ho “democraticamente” preso il pacco di biscotti secchi…

cioccolatini sfiziosi 2

Il resto è stato facile: metto a bagnomaria la busta di glassa, rompo i biscotti grossolanamente e ne metto un po’ nei pirottini, verso la glassa e termino con dell’altra granella di biscotti. Faccio raffreddare e, voilà i miei cioccolatini, pure buoni e croccanti! Devo dire che la glassa era ottima, ma un po’ troppo grassa (sarà stato un cinese per primo a definirla così? e nessuno aveva capito che voleva dire “grassa” con la “erre” e non con la “elle”…) Vi consiglierei pertanto di tenere in casa una buona tavoletta di cioccolato fondente e seguire più o meno lo stesso procedimento, fermo restando che se avete nocciole, ciliege e quant’altro, male non fa!

INGREDIENTI:

glassa per dolci bianca e nera 1 busta
biscotti secchi

PREPARAZIONE:

Inserire la busta di glassa in acqua bollente per 7-8 minuti e comunque seguire le istruzioni sulla busta, disporre i pirottini in silicone molto vicini, sbriciolare grossolanamente i biscotti secchi e disporne un po’ sotto ogni pirottino, quando la glassa è ben sciolta, versarne velocemente un po’ su ogni pirottino girandola con un cucchiaino per valorizzare l’effetto delle sfumature chiare e scure. Finire i cioccolatini distribuendo su ognuno ancora un po’ di granella di biscotti. Far raffreddare e gustare.

 

 

condividi