La banda dei forasacchi

la_banda_dei_forasacchi

Quando mia sorella mi ha chiamato al telefono dicendomi “Guarda un po’ cosa ti sta arrivando per e-mail…” si vede che erano ancora per strada, arrancando sui numerosi scalini che ci sono per arrivare dritti dentro casa mia e infilarsi nel mio pc… Sto parlando di questi sorci… oops forasacchi, che per un nano-secondo mi hanno fatto saltare dalla seggiola, poiché ero tutta presa a fare tutt’altro, quando girando lo sguardo sul pc mi sono apparsi 6 roditori… Insomma non c’è verso: lei è in dieta e fa un po’ come in quella famosa “preghierina” che dice: “Buon Dio, fammi dimagrire, ma, se proprio non puoi, fai almeno ingrassare tutti i miei amici…” Tutto è relativo e, se almeno tutti quelli che ti circondano sono “tondeggianti”, tu sembri un po’ meno tondeggiante… L’altra sera guardavo una di queste trasmissioni spietatamente calate nella realtà, (parlavano di chili, diete, palestra e compagnia bella) la differenza tra le donne fatte “a mela” e quelle fatte “pera”. Dicevano che quelle fatte a pera vanno bene, mentre non va bene essere fatte a mela. Adesso io vorrei sapere che tipo di pera una dovrebbe essere, perché sul banco del supermercato io ne ho viste anche di quelle piccole piccole nella parte superiore e molto più sviluppate nella parte inferiore … Così va bene? Bah, se lo dicono gli esperti… Queste definizioni così fantasiose mi hanno messo nei dubbi: sarò a pera, a mela o “ a ananas”?????

Non mi sono voluta rispondere. “Buon Dio, stasera vado a mangiare con i miei amici: pensaci tu… Grazie!”…

INGREDIENTI:
biscotti Pan di stelle 300 gr.
Philadelphia Yo 100 gr.
Nutella 2 cucchiai
marmellata di albicocche 2 cucchiai
palline di zucchero argentate (o colorate)
Smarties
rotelle di liquerizia 2

PREPARAZIONE:
Frullare abbastanza finemente i biscotti in un robot, aggiungere il Philadelphia, la Nutella e la marmellata e continuare a frullare per ottenere un impasto omogeneo. Prendere un po’ di impasto alla volta, ricavare prima delle polpette e poi allungarle davanti per dargli la forma del musino del forasacco. Mettere 2 Smarties al posto delle orecchie, 2 palline di zucchero per gli occhi e una per il nasino. Srotolare e sdoppiare le rotelle di liquerizia e tagliarle per ricavarne le code. Con un pezzettino dell’impasto creare una forma di “formaggio” e ricoprirlo con la farina di cocco. Disporre al centro di un piatto rotondo con i topolini in cerchio rivolti verso il formaggio.

mdg_2

“Strapazzami di coccole” – Topogigio

condividi

10 thoughts on “La banda dei forasacchi

  1. E’ un peccato mangiarli…!!!
    Sono belli e sicuramente anche molto buoni.
    Alla prima occasione li provo.
    Digerito bene i fagioli???
    Un bacione!!!!!!!!

    1. @ lucia
      si, sono carini e giusti per rallegrare “grandi e piccini”… I fagioli sono andati benissimo! ottimi e leggeri: il massimo! Qualcosa del resto del menù di sabato presto “su questi schermi”… Baci.

  2. Simpaticissima ricetta giusta per il periodo di carnevale, la preparo per gli amici e speriamo che abbia successo perche’ in questo periodo sono tutti un po’ malati, raffreddori e mal di gola non cindanno tregua. Abbiamo bisogno di acqua e di neve. Ciao un bacione.

    1. @ franca
      dai, che un sorriso sicuramente lo otterranno, ma anche “grugniti” di approvazione…

  3. Io li ho preparati per un gruppo di bimbi e sono stati un successone, sia per l’aspetto sia per il sapore…

  4. Idea molto carina, d’effetto, la mia compagna ha paura dei topi…e io sono rosso e dispettoso!!!!

    1. @ sergio
      bentrovato sergio! è un piacere! tranquillizza la tua compagna, questi si lasciano addentare: sono “buoni” … anche i “rossi e dispettosi” possono mangiarli…

    1. @ dany la contessa
      complimenti a mia sorella, ma, del resto, buon sangue non mente… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *