Wurstel vestiti

wurstel vestiti

Quando si avvicina il week-end, no, non mi prende la febbre del sabato sera, ma il rifornimento settimanale (+ qualche incursione infra al supermercato, su necessità impellenti) comincia a scarseggiare, ed è proprio lì che si comincia invece a scatenare la fantasia, quella da corsi di sopravvivenza nel deserto più deserto, non quella da “cosa-ho-voglia-di-mangiare-stasera?” ma quella da “stasera-mangio-quello-che-offre-la-dispensa” … Il brutto è quando la dispensa (e/o il frigo) aprendoli, fanno l’eco, o, come diceva un mio amico, “ho in dispensa solo le ragnatele”.

In quei casi si fa ricorso alle risorse più nascoste ancora e la fantasia galoppa, galoppa … Insomma una di queste sere, la mia fantasia galoppava, galoppava e alla fine ha creato qualcosa di buono e carino. Lungi da ricette elaborate, che al massimo posso partorire all’inizio della settimana, quando posso ancora permettermi la domanda “cosa-ho-voglia-di-mangiare-stasera?” perché il rifornimento è ancora lì, quasi intatto, e ogni tanto passo davanti alla dispensa o apro il frigo, e godo dell’affollamento che regna, anche di ingredienti strani che talvolta sono gli unici che si trovano lì al solito posto per settimane, in attesa di una ricetta altrettanto strana che li ospiti.

Stavolta la dispensa faceva l’eco, ma il frigo aveva ancora qualche freccia da scoccare al suo arco, per cui un’insalatina verde, un Santo rotolo di pasta sfoglia e una confezione da 3 di wurstel giganti (in offerta specialissima!) erano grossomodo gli ingredienti su cui far leva, della serie “Datemi un wurstel e vi solleverò il mondo …”. Insomma una sorta di Isola dei famosi, ma senza isola, senza famosi e anche senza molte altre cose, senza neanche le noci di cocco, che, di solito, sull’Isola televisiva sono le uniche cose che abbondano, a parte i mosquitos

Insomma non una cena canonica, non una ricetta da chef stellati, ma un buon modo per utilizzare wurstel e pasta sfoglia, solo che spero voi lo userete magari in qualche festicciola-party-ape, che questi wursteloni vestiti con una camicia di pasta sfoglia erano decisamente scenografici e gustosi. “Il bisogno aguzza l’ingegno” ed è verissimo!

INGREDIENTI:
wurstel giganti 6
pasta sfoglia 1 confezione rettangolare
uovo 1

PREPARAZIONE:
Srotolare la pasta sfoglia e assottigliarla leggermente col mattarello. Ricavate delle strisce lunghe e alte circa 3 cm. prendere un wurstel e arrotolarlo iniziando da un estremità e procedendo tutt’intorno facendo attenzione di non lasciare spazi vuoti, meglio se si sovrappongono leggermente. Sbattete un po’ il tuorlo d’uovo e spennellate la pasta sfoglia, specialmente nelle giunture. Infornare nella teglia del forno a 180° C per circa 15 minuti, o secondo il grado di croccantezza desiderata della pasta sfoglia.

condividi