Cappelletti show

DSCN0127_p

pacco

Più ricetta di Natale di questa, non c’è, o almeno non mi sovviene, o almeno qui nella mia zona, uffa! Cappelletti show: perché, oltre ad essere un protagonista importante del menù natalizio, sono andata a scomodare ben 3 delle  collaboratrici di cui mi avvalgo: Lucia, Marina e mamma (sì, la mamma dell’Angioletto, anche se ancora non ha capito bene né cos’è un blog, né cos’è Internet e né… insomma le ho detto che un giorno glielo faccio vedere, così si chiarisce le idee…). La prima perché mi ha dato ricetta e reportage step by step, ma non prendeteci il vizio,  la seconda per il cappelletto con chiusura “a tortellino” e anche per la ricetta del brodo, la terza (non perché … “è sempre la mamma”), ma perché casualmente qualche giorno fa mi ha fatto fare da cavia in anteprima per la produzione di cappelletti Natale 2009 e il primo pensiero è stato inevitabilmente quello di fotografarli. Ho fatto benissimo perché così potete ammirarli in tutta la loro bellezza anche in versione “cotti”. Come dicevo per i passatelli, anche questi sono ottimi con qualche sughino bianco (prosciutto cotto e panna), ma più spesso vengono serviti anche con altre aggiunte (funghi, piselli ecc.) e allora diventano “troppo”: il cappelletto ha un ripieno che è una bomba, il resto deve essere per forza smorzato.

Resta il fatto che i cappelletti sono il massimo se fatti in brodo (“… e chi non beve con me… bip lo colga!” Se non avete già sostituito il bip, provate a fare una ricerca e trovare questa celeberrima frase nel film “La cena delle beffe” con Amedeo Nazzari). Di solito si fa un brodo di gallina o di cappone o comunque un brodo “consistente”. Per quanto mi riguarda trovo che la combinazione migliore sia un cappelletto classico con un brodino leggero: gradevole ma non grasso. Troverete una galleria di immagini, dategli una sfogliata e fatemi sapere se anche voi li avete mangiati e se la vostra ricetta è simile o dove differisce da queste: se non li avete mangiati, cosa aspettate a farli?

CAPPELLETTI VERSIONE LUCIA

Lucia work in progress

INGREDIENTI: (per 2 kg.di cappelletti)

(per la pasta)
Uova 10
Farina 1 kg.

(per il ripieno)
Carne di vitellone 4 hg.
Carne di maiale
2 hg.
Carne di pollo o tacchino
2 hg.
Burro
80 gr.
Parmigiano
2 hg.
Sale
q. b.
Pepe
un pizzico
Noce moscata
¼
Mortadella o prosciutto
1 fetta spessa

PREPARAZIONE:

Ripieno (da preparare il giorno prima)
Cuocere la carne tagliata a piccoli pezzi nel burro e spegnere quando si è asciugata. Tritarla finemente in un buon frullatore. Unire parmigiano grattugiato, uova, sale, pepe e noce moscata grattugiata. Volendo, si può aggiungere una fetta di mortadella o prosciutto.

Pasta
Disporre farina e uova sulla spianatoia e formare una palla, far riposare questo impasto almeno 15 minuti. Tirare la pasta in strisce con l’apposita macchina oppure fate una sfoglia con il mattarello e poi tagliatela in quadrati di circa 4,5 cm. di lato. Deponete una pallina di ripieno in mezzo al quadrato, congiungete due estremità opposte e ricavate un triangolo. Prendete le due punte del lato lungo e congiungetele a cappello…

Cottura
Fate bollire il brodo di cappone o di gallina, versateci i cappelletti e lasciate cuocere fino a quando vengono a galla. Assaggiateli: se non vi piacciono troppo sodi lasciateli cuocere un altro minuto.

CAPPELLETTI VERSIONE MAMMA

cappelletti_mamma

INGREDIENTI: (per 1,2 kg.di cappelletti)

(per la pasta)
Uova
6
Farina 600 gr.

(per il ripieno)
Carne di manzo
2 hg.
Carne di maiale
2 hg.
Petto di pollo
2 hg.
Mortadella 1 hg.
(una fetta unica)
Prosciutto crudo
2 fette
Burro
50 gr.
Parmigiano grattugiato
1,5 hg.
Uova
2
Limone grattugiato
1
Noce moscata q.b.

PREPARAZIONE:

La stessa della versione Lucia.

CAPPELLETTI VERSIONE MARINA

DSCN0995_p

INGREDIENTI: (per 8 persone)

(per il brodo)
gallina o cappone ¼
carne di manzo 300 gr.
osso da brodo 1
sale grosso 1 presa
cipolla steccata con un chiodo di garofano 1
pomodorino 1
costa di sedano 1
carota 1
prezzemolo 1 rametto
pepe in grani 3-4

(per la pasta)
farina 500 gr.
uova 6

(per il ripieno)
petto di cappone o pollo 100 gr.
magro di maiale 100 gr.
magro di manzo 100 gr.
mortadella 50 gr.
burro una noce
noce moscata un pizzico
scorza di limone grattugiata (poca)
sale
pepe
tuorli 2
parmigiano reggiano grattugiato 100 gr.

PREPARAZIONE:
Brodo
Mettete tutti gli ingredienti per il brodo in una pentola capiente con acqua, fate bollire per 2 ore circa, filtrate il brodo che servirà per cuocere i cappelletti.

Pasta e ripieno
Lavorate la farina con 5 uova e un tuorlo, formate una palla avvolgetela in un telo e fatela riposare un’ora.  Tagliate a pezzi la carne e fatela rosolare con il burro, fate intiepidire e tritatela con la mortadella. Amalgamate al composto la scorza di limone, il parmigiano, l’uovo e il tuorlo rimasti, noce moscata sale e pepe.  Stendete la sfoglia molto sottile e distribuitevi piccoli mucchietti di ripieno, in fila, con una rotella tagliate dei quadratini che contengano ciascuno un mucchietto di ripieno. Ripiegate i quadrati a triangolo, pressate bene i bordi, rialzate l’angolo libero e fermate le due punte facendole girare intorno al dito. Quando il brodo, filtrato, bolle, versate i cappelletti, cuoceteli al dente, fateli riposare qualche minuto e servite con parmigiano grattugiato a parte.

mdg_2

“Deja vu” – Dionne Warwick


condividi

6 thoughts on “Cappelletti show

  1. In effetti la bellezza e la bontà commuovono, ma se si piange sul brodo poi diventa troppo saporito…

  2. Credo di essere (almeno fino ad ora)l’unico commentatore maschio.
    Non so cucinare, ma sono il supporto morale della mia signora e,soprattutto sono un estimatore della buona cucina;non vedo l’ora di gustare un bel piatto di quei cappelletti!!!

  3. Per noi niente cappelletti…li mageremo a sera perche’ Silvia ce li porta fatti a mano… non da lei sig :-(!
    Noi mangeremo i cannelloni della nonna Dina e le lasagne di Franca: io mi lancero’ con gli antipasti! Seguira’ documentazione…..Baci Laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *