Minestrone light

minestrone_light

Uffa, lo sapevo! Pensavo ormai di aver scansato il pericolo per quest’inverno, nonostante tutte le previsioni disastrose… e invece già dal pomeriggio continuavo a sentire un “friccicorino” sospetto, ed ecco il raffreddore. Ma non è ancora detto, sto già cercando di ammazzarlo con tutti i mezzi naturali e, se non basta, anche con le bombe a mano… Per il momento ho iniziato con un brodino caldo, anzi un minestrone light. Quello in foto l’ha fatto Marina, con le sue verdure “homemade”, sempre a portata di mano (beata lei) e lei fa proprio questa zuppetta leggera che scalda (sicuro) e che fa passare il raffreddore (speriamo!!!!).

Non chiedetemi poi che proprietà magiche possa mai avere un minestrone su un raffeddore: non lo so, ma mi piace crederci (sì, mi fa proprio comodo, in questo caso). Ho davanti un week end pieno di impegni piacevoli e, se mi arriva definitivamente un raffreddore potente con annessi e connessi, mi scombina un sacco di cose… Tornando a voi… Anche se non avete il raffreddore, questo minestrone vi piacerà se vorrete sentire chiaro e forte il sapore delle verdure e scaldarvi con il suo brodino leggero, se volete invece un bel minestrone denso (di quelli che si tagliano col coltello…), frullateci dentro una patata e un po’ dei fagioli degli ingredienti, ma, soprattutto cuoceteci della pasta per minestre.

INGREDIENTI: (per 4 persone)
fagioli borlotti lessati 300 gr.
spinaci 200 gr.
patate 2
zucchina 1
cipolla 1
carota 1
cuore di sedano 1
pomodorini alcuni
parmigiano grattugiato
dado vegetale 1
olio
sale e pepe

PREPARAZIONE:
Tritare la cipolla sbucciata, la carota raschiata e lavata, il sedano mondato e lavato. Raccogliere il trito in una pentola, aggiungere 3 cucchiai di olio e farlo soffriggere. Lasciare insaporire e aggiungere due litri di acqua, i pomodorini tagliati in quarti, gli spinaci, le patate tagliate a tocchetti,  la zucchina lavata e tagliata a dadini, i fagioli e il dado. Coprire e cuocere per 50 minuti. A fine cottura salare, pepare, condire con olio e parmigiano grattugiato.

mdg_2

“Ciao ciao” – Petula Clark

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *