Crescia con i ciccioli

crescia_con_i_ciccioli

Non è che dopo la fine di tutte le feste (ormai ci siamo), vi proponga una ricetta morigerata, moderata, ipocalorica, anzi … ma non è mica colpa mia se ieri, andando a trovare i miei, sono arrivata nel bel mezzo di una nuvola di profumino sprigionato da questa crescia che era in dirittura di arrivo… Volevo fermarmi pochi minuti, ma a quel punto, ho aspettato un po’ più pazientemente che smettesse di fumare, perché vi anticipo che il massimo della valorizzazione questa crescia lo raggiunge se gustata appena tiepida. Cominciamo dall’inizio, però. I ciccioli sono l’ennesimo prodotto del maiale, derivato dallo stesso procedimento dello strutto, successivamente strizzati, salati e ridotti in piccole palline (come in questa ricetta) oppure in piccoli “petali” che vengono serviti, perlopiù in Romagna, ma credo anche in altre regioni, come stuzzichini nei banconi di bar, pub e osterie in compagnia di un buon bicchiere di vino rosso, leggero. Stiamo parlando di una golosità ipercalorica, ma estremamente gustosa e del periodo.
Già da un po’ di tempo (e ancora per un po’) è il momento “del maiale”, periodo in cui fervono ovunque i preparativi delle carni e di tutti gli altri buonissimi prodotti legati all’animale. Magicamente qui nella mia zona, quasi fosse un “frutto di stagione”, appaiono sui banconi dei supermercati e dei negozi, queste vaschette di ciccioli che ispirano le casalinghe della zona con diverse ricette. Vi consiglio questa crescia, a cui io non rinuncio mai, perché è troppo bbuona… Semplice, sempre se fatta con amore e soprattutto rispettando le sue esigenze di lievitazione, e invitante. Come se fosse la cosa più naturale del mondo mia madre l’aveva fatta così, proprio perché aveva notato una vaschetta di ciccioli nel suo supermercato preferito, e io sono capitata al momento “giusto”, anche se sprovvista di macchina fotografica, ma, come potete ben vedere, ho cercato di sfruttare al meglio il mio telefonino pre-bellico. Ho pensato che già  una foto così potesse bastare per farvi venire l’acquolina in bocca e soprattutto la voglia di cimentarvi nella preparazione: ci sono riuscita???

INGREDIENTI:
farina 00
500 gr.
lievito di birra
25 gr.
strutto
100 gr.
ciccioli
150 gr.
sale

 

PREPARAZIONE:
In una ciotola capiente versare la farina a fontana, aggiungere al centro il lievito sciolto in poca acqua tiepida, aggiungere lo strutto a temperatura ambiente, impastare con le mani, aggiungere il sale e formare l’impasto. Allargare l’impasto, inserire i ciccioli e reimpastare cercando di distribuire abbastanza uniformemente i ciccioli. Ungere una teglia larga e bassa come quelle da crostata ed allargare l’impasto a mano dello spessore di circa mezzo centimetro. Lasciar lievitare per circa un’ora in luogo riscaldato e senza correnti d’aria. Infornare a 200° C per 45 minuti circa.

mdg_2

“Pigs” – Pink Floyd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *