Pizzette al purè

pizzette_al_pure

Ho sempre pensato che quelle buste di purè in fiocchi che giacciono per qualche mese nella mia dispensa, possano considerarsi una ricchezza che va impiegata, anzi reinvestita…  Di solito sono una rimanenza di pacchi da tre buste, di cui una o due le consumo subito, sull’onda della voglia di purè, ciclica, mai costante, e una o due rimangono lì, qualche volta addirittura fino a quando non devono necessariamente partire per “altri lidi”… Se devo dire la verità, poi, il purè vero, cioè quello fatto con le patate “live”, proprio i tuberi, ecco, mi viene molto buono, liscio e libidinoso… per cui mi sento un verme quando ricorro a quei preparati dal contenuto sempre misterioso, nonostante dovrebbero essere più o meno patate disidratate e… basta. Partendo dal presupposto che ne abbiate almeno una busta in dispensa anche voi, vi consiglio queste pizzette, totalmente frutto della mia fantasia, ma con un risultato ottimo e una soddisfazione doppia per aver riciclato la mitica busta in maniera gloriosa!

Mettendo in moto l’immancabile macchina del pane, efficace e poco esigente in cucina in quanto a pulizie successive (la parte più noiosa di qualsiasi preparazione!), ho messo farina, lievito, poca maizena, sale e la famigerata busta di fiocchi di patate dopo averli velocissimamente, e neanche completamente, fatti rinvenire con latte e acqua (un mezzo purè, giusto per aggiungerlo al resto dell’impasto senza far venire direttamente a contatto con il lievito l’ acqua e il latte caldi. Chiuso definitivamente il coperchio, mi sono “dimenticata” di lei per un’ora e mezzo, fa da sola regolandola sul programma impasto+lievitazione, numero 8 nella mia Alice… Ho ripreso l’impasto, l’ho manipolato con un po’ di farina per renderlo liscio e compatto, poi ne ho preso una pallina alla volta l’ho modellato con le mani fino a ricavarne tanti dischi su cui sopra ho fatto dei piccoli avvallamenti con le dita che ho utilizzato per depositarvi olio, sale grosso e rosmarino. Via nel forno caldo e già pochi minuti dopo la casa profumava di “purè/patate” e rosmarino. Sono uscite delle belle pizzette che sembravano quelle bianche del forno, con lo stesso aspetto invitante, ma dal sapore molto piacevolmente caratterizzato dalle patate, tanto che mi sta ronzando in testa di utilizzare quasi lo stesso impasto per preparazioni dolci. State pronti con altre buste di fiocchi di patate…

INGREDIENTI: (per 7/8 pizzette normali)
farina 00
450 gr.
lievito di birra
25 gr.
sale fino
2 cucchiaini
maizena
2 cucchiai scarsi
purè in fiocchi
1 busta
latte parzialmente scremato
150 cl.
acqua
200 cl.
sale grosso
q.b.
rosmarino

olio extra vergine d’oliva

PREPARAZIONE:
Nella macchina del pane inserire nell’ordine la farina, il sale fino, la maizena e far mescolare. Intiepidire l’acqua: usarne pochissima per sciogliervi il lievito, versarlo nell’impasto e far mescolare. Versare quindi anche il resto dell’acqua tiepida, sempre continuando a far mescolare dalla macchina. Scaldare il latte, ma non troppo, versarvi la busta di fiocchi e mescolare velocemente per amalgamare il purè. Unirlo al resto, chiudere definitivamente il coperchio della macchina del pane e lasciar finire il programma impasto (mezz’ora) più lievitazione (un’ora). Togliere l’impasto dalla macchina, manipolarlo con la farina necessaria a farlo diventare compatto e liscio. Dividerlo in palline da modellare a mano spianandole in mezzo ad un foglio di carta forno in pizzette dello spessore di circa ½ cm. Creare dei piccoli avvallamenti con la punta delle dita su cui spargere qualche chicco di sale grosso, degli aghetti di rosmarino e un filo d’olio. Infornare un po’ distanziate in forno preriscaldato in una teglia ricoperta di carta forno a 180° C per circa 20 minuti, controllare la cottura e lasciar dorare ancora 5-6 minuti, se necessario.

mdg_2

“Patatina” – Gianni Meccia

condividi

One thought on “Pizzette al purè

  1. Eccezionale, ottima idea, la provo e intanto che aspetterò la lievitazione canterò patata-patati-patatina come te. Ciao baci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *