Canocchie al sapore di mare

canocchie_al_sapore_di_mare

pacco

Non so da voi, ma qui in zona nei giorni scorsi, in particolare il giorno della vigilia di Natale, ma un po’ in tutti questi giorni di festa, si mangia pesce in tutte le salse: grigliate di pesce misto, spiedini di calamari e gamberetti, anguilla arrosto, baccalà al forno con patate ecc. Tra le numerose varietà di pesce elaborato e saporitissimo, questo semplice piatto, che potrete usare anche come antipasto, sarà molto gradito, a patto che le canocchie che userete siano freschissime, ancora vive, possibilmente. Del resto questo è un buon periodo per le canocchie: molto saporite e piene di polpa. Chi mi conosce sa bene che io ho un rapporto conflittuale con le canocchie, o meglio, “gastronomicamente” le adoro in tutti i modi (mi riservo di darvi prima o poi la ricetta del sugo per la pasta con le canocchie), ma socialmente, di “persona” le odio… ??!!?! No, non sono impazzita… Quando ero piccola, mia madre cucinava spesso le canocchie, molte volte proprio come in questa ricetta. Io le trafficavo intorno mentre combatteva con i crostacei che non volevano entrare in pentola… Mantenevo però una certa distanza di sicurezza perché quelle bestioline, che si contorcevano disperatamente per sfuggire al loro triste destino, mi facevano… UNA PAURA MORTALE!

La mamma lo sapeva bene e prima provava a spiegarmi che non facevano male, che mi potevo avvicinare, bla bla… e poi, al mio ennesimo rifiuto, le venne un’idea stupenda. Terapia d’urto, scherzo da prete o metodo Montessori, fate voi: la mammina per sdrammatizzare me ne tirò una vicino ai piedi e io ancora corro per tutta la casa, traumatizzata a vita!! Non esagero: anche oggi ho paura delle canocchie vive, ma quando sono tranquille in un piatto, le amo…

INGREDIENTI: (per 4 persone)

canocchie 20
olio
limone
sale
pepe
prezzemolo tritato

PREPARAZIONE:

Sciacquate le canocchie sotto l’acqua corrente e lessatele intere in poca acqua leggermente salata per qualche minuto. Scolatele e apritele, tagliate la testa e i lati ed estraete, possibilmente intera, tutta la polpa. Fate quest’operazione sopra un piatto, in modo da raccogliere il liquido che uscirà dalle canocchie. Sistemate le canocchie in una terrina, emulsionate il liquido delle canocchie filtrato con 3 cucchiai d’olio, il succo di mezzo limone, un pizzico di sale, pepe e due cucchiai di prezzemolo tritato. Condite le canocchie con la salsina e fate insaporire un paio d’ore prima di servire.

mdg_2

“Sailing” – Christopher Cross

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *