Baccalà patate e pomodorini

baccala_patate_pomodorini

Molti anni fa andai in Spagna, a Barcellona, bella città, bella vita, bella vacanza, bei tempi, sigh, ecc.ecc. Ehm, tornando a noi: nell’albergo dove alloggiavamo io e altre due mie amiche servivano anche dei platos combinados, dei simpatici piatti tutti-in-uno che comprendevano una pietanza di carne o pesce più vari contorni. Per facilitare l’ordinazione a noi poveri stranieri, le diverse combinazioni erano identificate da numeri. C’erano quindi il piatto numero uno, numero due… numero 13 ecc. … Il 13 era il mio prescelto per cui, bella convinta, ordino, in spagnolo, quel plato combinado lì. Soddisfatta dell’exploit linguistico attendo con sana curiosità e una discreta fame il mio piatto. Arrivano il due e il quattro per le mie amiche che si dichiarano ben impressionate dal loro aspetto invitante, di seguito arriva il mio che invece ha un aspetto completamente diverso da quello che già pregustavo. Mi predispongo per fare la mia rimostranza al cameriere, anzi, al camarero, ma prima ricontrollo il menù.

Il plato numero 13 aveva decisamente altre cose: attendevo un filetto di pesce con delle verdure miste mentre mi era arrivato un salsicciotto non meglio identificato con delle patate e piselli. Per caso mi va l’occhio sul piatto numero 3 e lì c’era un salsicciotto con patate e piselli!!! Un orrore di pronuncia: tra tres (=3) e trece (=13) c’è un’infinitesimale differenza di pronuncia, praticamente una esse un po’ più sibilante dell’altra… ma che a me è costata un pesce in meno, uffi… (e non venitemi a dire che lo spagnolo è quasi uguale all’italiano…)
Il piatto che vedete in foto mi ha ricordato questo episodio, ormai sepolto nell’album delle traversie dei viaggiatori fai-da-te-no-alpitour… Chiedetelo in Italia, si chiama “Baccalà con patate e pomodorini” non con un numero: siamo al ristorante, non alla tombola!!!
La cuenta, por favor!

INGREDIENTI: (per 4 persone)
filetto di baccalà ammollato 400 – 500 gr.
patate 2
aglio 1 spicchio
carote 2
olio
prezzemolo
pomodorini 8
sale
pepe

PREPARAZIONE:
Spinare bene il baccalà, ammollato per 48 ore, con l’aiuto di una pinzetta, spellarlo e poi tagliarlo a pezzi piuttosto regolari. Sbucciare le patate e tagliarle a pezzi, pulire le  carote e farle a rondelle. In una padella larga ben riscaldata mettere lo spicchio d’aglio leggermente schiacciato. Aggiungere un po’ d’olio, quando sarà ben insaporito aggiungere i pezzi di baccalà e farli rosolare un minutino per lato. Eliminare l’aglio e aggiungere le patate a pezzi e le carote, i pomodorini tagliati in 4 spicchi, poco sale e un po’ di pepe, se piace. Mettere il coperchio e lasciare in cottura a fuoco medio per venti-venticinque minuti. Aggiungere dell’acqua se dovesse asciugarsi troppo, poi scoperchiare e lasciare evaporare. Aggiungere il prezzemolo finemente tritato e dare una saltata alla padella, con cautela per non rompere i pezzi di baccalà. Servire volendo con altro prezzemolo tritato, un filo d’olio e una spolverata di pepe.

mdg_2

“Pedro” – Raffaella Carrà

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *