Le lenticchie di Max

lenticchie_di_max

pacco

Un appuntamento a cui non rinuncio, è quello con le lenticchie, ogni 31 dicembre: appunto! Qualche volta le mangio anche durante l’anno, ma cucinate in maniera più spartana, molto più sana di quella classica e “saporita”, con il cotechino. La ricetta che trovate è quella di un amico che ha fatto la prova generale con tanto di cavia un paio di giorni prima di quello “deputato” (paura, eh?). Per arrivare all’agognato piatto di San Silvestro, basta cuocere il cotechino con la sua confezione in acqua fredda per qualche minuto in meno dei soliti 20, affettarlo e immergerlo nelle lenticchie il tempo di insaporirle (assaggiatele, avete una buona scusa per farlo). Mangiatene tante… rappresentano i soldini che vi porterà il nuovo anno…

La mia serata: cena tra amici, io sono addetta ai dolci numero uno e numero due. Uno è stra-consolidato ma con delle varianti molto innovative, l’altro è nuovo per me… vediamo cosa succede… poi vi racconto. Raccontate anche voi se vi va, i commenti servono anche a questo…

P.S. spero che vi siate avvantaggiati e abbiate già ammollato le lenticchie, altrimenti le finirete di cuocere nell’anno prossimo…

Finite bene il 2009 e che il 2010 sia comunque migliore…

INGREDIENTI: (per  4 persone)
lenticchie secche 250 gr.
olio extra vergine d’oliva mezzo bicchiere
carota una
sedano un pezzetto
cipolla mezza
pomodori pelati sgocciolati e schiacciati 3 – 4
sale, pepe
dado 1

PREPARAZIONE:
Scolare e lavare bene le lenticchie dopo averle tenute in ammollo il tempo indicato sulla confezione (o almeno 12 ore),  preparare un soffritto con l’olio e le verdure tritate e aggiungere le lenticchie perfettamente scolate. Lasciare insaporire rigirando per qualche minuto, aggiungere i pomodori, salare e pepare poco. Fare ancora insaporire, rigirando, coprire la pentola con un coperchio e cuocere per circa 15 minuti mescolando di tanto in tanto. Aggiungere il brodo caldo fino a coprire le lenticchie a pelo d’acqua, abbassare la fiamma e continuare la cottura per 45 – 60 minuti, rigirando all’occorrenza. Aggiustare di sale e pepe e servire caldissime con crostini di pane.

Lenticchie con il cotechino: cuocere il cotechino a parte in acqua fredda per 15-16 minuti, farlo raffreddare, tagliarlo a fette e aggiungerlo agli ultimi minuti di cottura delle lenticchie.

mdg_2

La marcia di Radetzky” – Johann Strauss

3 thoughts on “Le lenticchie di Max

  1. Cara Cri, auguri cari per un sereno anno nuovo, siamo pronti per il cenone, domani sarà un altro tour de force con lenticchie e cotechino e cento altre cose e poi per 10 giorni solo insalatine, senza gamberi però. ciao

    1. @ franca
      è stata dura anche da noi con tutte le portate di ieri sera: oggi “purtroppo” ci sono ancora gli avanzi e alle lenticchie non so dire di no. Buon anno a tutti! Oops: buon anno anche da Ugo, che gode ottima salute…

  2. La marcia di Radetzky mi sembra l’ideale per accompagnare lenticchie e cotechino!!!!! perche’ per me, sa di pranzo del primo dell’anno:anche in Cote d’Azur non sono mancate e ce le siamo veramente gustate. Abbiamo invece festeggiato a huitres (n° 2)l’attesa della mezzanotte;-))A presto sul blog! Bonne Annee…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *