Crostini in teglia

crostini_in_teglia

Periodo di cerimonie varie: matrimoni, comunioni ecc., con tutto quello che ne consegue. Mi metto il berrettino da tassista, faccio accomodare la cliente, accendo il bolide, faccio partire il tassametro, carico la mamma e si va a fare incetta di regalini per una bimba che fa la prima comunione. Naturalmente avevamo poche idee e confuse, insomma il meglio del meglio per far impazzire anche la più paziente delle commesse. Approdiamo in un negozio specializzato in articoli da regalo e ci accoglie un commesso-proprietario che avrebbe desiderato qualsiasi cosa, meno di vederci in quel momento. Sperava che in due avremmo dimezzato il tempo necessario per scegliere qualcosa dal suo negozio, e invece no, tutt’altro… Lo facciamo un po’ spazientire chiedendogli questo e quello, ma noi stavamo facendo il nostro duro lavoro di clienti, no? Avevo quasi deciso di spiattellargli la mia teoria “a ognuno il suo lavoro”, in base alla quale avrebbe fatto meglio a farci servire da una commessa-commessa, con tutta la santa pazienza che deve comprendere il curriculum di chi fa quel mestiere, ma, una sgomitata di mia madre, mi richiama all’ordine… Finalmente decidiamo, paghiamo e vediamo tornare magicamente il sorriso sulle labbra del tipo esattamente nel momento in cui ci consegna la busta con gli acquisti e ci dice “arrivederci” facendo gli scongiuri da sotto il bancone. Grrrrrr!!! Come da copione, la mamma mi coinvolge in altri giri per negozi che aveva accumulato negli ultimi 450 anni… e si fa un po’ tardi. Mi sbrigo a fare l’ultimo giro, mio-mio stavolta, per andare a fare la spesa nel mio supermercato preferito: giro importantissimo, in quanto la dispensa faceva l’eco e il frigorifero era diventato poco più di un armadio con la luce dentro… Tra le varie cose che mi servivano c’era il pane: mi appare una serie infinita di tipi, ma non ho avuto nessun dubbio nella scelta di un filoncino di pane comune dall’aspetto croccante e buonissimo.

Tornando a casa ho studiato il modo di impiegarlo al meglio e ho pensato a dei crostini e, per esagerare, ho creato una sorta di crostini a castello, alternati a melanzane al forno e mozzarella. Probabilmente buona parte del merito è stata la scelta del pane, fatta in autonomia, senza commessi-non commessi scontrosi…

INGREDIENTI:
pane comune
mozzarella
melanzane
olio e.v.o.
sale

PREPARAZIONE:
Lavare ed asciugare bene le melanzane, tagliarle longitudinalmente a fette non sottilissime, mettere su carta forno, irrorare di olio e salare, passare al forno per circa 7 – 8 minuti. In una pirofila da forno mettere un filo d’olio, uno strato di fettine di pane sottili, sale, olio, le melanzane, la mozzarella a fettine sottili o dadini. Formare un paio di strati e infornare in forno caldo  a 180° per 10 minuti circa. Servire caldissimi.

mdg_2

“Baby I’m A Want You” – Bread

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *