Crestaiate ai fagioli

crestaiate_ai_fagioli

Non posso dire che quest’estate sia stata propriamente a base di capresi e insalate di riso, come potrete notare dalle ricette dell’ultimo periodo, ma è pur sempre vero che certi piatti “invernali” sono stati tabù, eticamente tabù … Certo, nessuno ci obbliga a non farli anche d’estate, ma ingerire cose particolarmente grasse o ricche con le temperature che ci hanno accompagnato recentemente, sarebbe stato un “suicidio alimentare”, specialmente d’estate, I mean. Beh, insomma, mi sto infognando in un discorso contorto per giustificare il piatto di cui sopra, mangiato pochi giorni fa in casa di Susy, che si è cimentata in uno di quei piatti poveri di una volta, quelli che le ricordano la sua infanzia trascorsa qui in zona, e di cui tenta di riprodurre odori e sapori. L’operazione le è riuscita particolarmente bene approfittando del primo giorno in cui il tempo ci ha regalato un paio di gocce di pioggia, quelle che ci servivano a fare brrrr e infilare (finalmente) una maglietta con la manica lunga e a fare brrrr per poter (finalmente) ingerire un po’ di pasta e fagioli o simili …

Questo piatto ha in comune l’origine di tutti i piatti poveri: la mancanza di farina bianca, però, costringeva le nostre nonne a sbilanciare clamorosamente la percentuale della quantità nettamente a favore della farina di granturco, la ricetta di cui sopra è più “moderna” e ne prevede 50 e 50 … Il sugo con i fagioli può essere sostituito da un sugo leggero al pomodoro, un ragù o un sughetto strano con pancetta, pendolini e scaglie di parmigiano che crea una specie di brodino, buono pure lui … Bene Susy, quale altro piatto ti cucinava la nonna? …

INGREDIENTI: (per 6/8 persone)

(per la pasta)
uovo
1
farina 00 500 gr.
farina di mais 500 gr.
sale 1 pizzico
acqua calda
olio
1 cucchiaio

(per il sugo)
fagioli borlotti
2 barattoli da 400 gr.
pomodori pelati
200 gr.
cipolla
1
olio e.v.o.
sale
pepe
parmigiano grattugiato

PREPARAZIONE:
(pasta)
Impastare tutti gli ingredienti aggiungendo acqua molto calda fino ad ottenere una palla morbida. Stenderla in piccole sfoglie, altrimenti tende a spezzarsi, e lasciarle riposare per una decina di minuti, quindi tagliarle in quadrati di 2 x 2 centimetri o in strisce larghe 1 centimetro.

(sugo)
Far imbiondire la cipolla in due cucchiai d’olio, aggiungere i fagioli sgocciolati, i pomodori, il sale e il pepe. Cuocere per 10 minuti, mescolando ogni tanto. Cuocere le crestaiate in acqua bollente con l’aggiunta di un cucchiaio d’olio, mettere un po’ di sugo in una terrina grande, versare le crestaiate scolate, mescolare, aggiungere dell’altro sugo sopra e, volendo, del parmigiano.

mdg_2

“Pasta e fasule” – Gipsy Fint

condividi

5 thoughts on “Crestaiate ai fagioli

  1. La nonna mi cucinava anche un meraviglioso piatto di taglioline in un delicato brodo di pomodoro…le adoravo!! Francamente più per la dedizione della nonna nei miei confronti che per la bontà del piatto. A breve te le proporrò!!…e queste sono dietetiche!

  2. Ciao Cris, ottima ricetta da tenere in evidenza appena cambierà la temperatura. I fagioli sono graditi con tutte le paste e tutti i condimenti vari. Eccezioooooonali. baci baci

    1. @ franca
      il tuo rotolo è bello e buono e i fagioli sono sempre i fagioli… Bentornata all’ovile!!
      @ susy
      naturalmente la proposta va vagliata e ponderata, ma mi rendo disponibilissima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *