Lasagne orto-mare

lasagne orto mare

Sono qui! Lo so che qualcuno potrebbe obiettare che è un po’ che non mi faccio “vedere”, ma, ricetta a parte, vi ho proposto sempre un po’ di cosine nuove: un aforisma, un video simpaticissimo (avete visto Patata-carota? troppo carino), uno per celebrare Donna Summer (sigh!) e un po’ di tutte queste “chicche” complementari alle ricette che circondano il mio blog “non-solo-ricette”! Del resto la mia breve assenza è giustificatissima, anche se non posso ancora dirvi perché, spero di potervelo spiattellare presto, ma intanto pensate solo che “stiamo lavorando per voi”… il vecchio buon slogan delle autostrade, solo che, per quanto mi riguarda, il plurale è solo “maiestatis”… Insomma vi sto preparando una sorpresa che mi richiede un po’ di tempo, ma che spero vi piacerà: se continuo ancora a girarci intorno, però, va a finire che ve la racconto adesso. Invece no, vi parlo un po’ della ricetta di oggi, caldamente raccomandata da Lucia. Tra le tante versioni che le lasagne permettono e suggeriscono, oggi una versione che coniuga le bontà del mare e quelle dell’orto. L’abbinamento di pesce e verdure, con la base classica di pasta lessata e poi il tutto ripassato in forno, mi fa venire l’acquolina in bocca anche adesso che vi sto scrivendo in tarda, tardissima serata (o nottata…) per recuperare un po’ del tempo perduto, anzi “diversamente impiegato” per prepararvi la sorpresa di cui sopra (vi ho fatto venire un po’ di curiosità sì o no????). Credo che se vi capita di fare una cena con commensali anche “esigenti”, farete un figurone con una ricetta della tradizione, rivisitata in maniera molto personale, ma molto ma molto ben equilibrata tra i vari gusti. Ecco, visto che a quest’ora di notte non è il caso di mettersi a cuocere pesce, verdure, pasta e quant’altro, mi dovrò accontentare di sgranocchiare un biscottino o un’altra inezia della serie per distogliere la mia attenzione dalle invitanti teglie della foto, mannaggia… Sarà meglio che torni a lavorare un po’ sulla “sorpresa”…

INGREDIENTI (x 12 persone)
(per la pasta)
sfoglia velo Rana 2 confezioni

(per il sugo)
pesce misto senza spine 850 gr.
gamberetti 200 gr.
scalogno o cipolla 1
carote 2
sedano 2 coste
melanzane 2
passata di pomodoro 200 gr.
olio evo q.b.
sale q.b.
pepe q. b.
aglio 2 spicchi
vino bianco ½ bicchiere
burro 20 gr. per ungere la teglia
provolone piccante 100 gr. grattugiato
parmigiano 50 gr. grattugiato

(per la besciamella)
latte 1 l.
burro 220 gr.
farina 00
3 cucchiai
sale
noce moscata
limone grattugiato

PREPARAZIONE
Preparare il sugo con le verdure: Fare imbiondire la cipolla o lo scalogno nell’olio poi aggiungere la passata di pomodoro, le carote, il sedano, sale,  pepe e cuocere per 10 minuti. Quindi aggiungere le melanzane tagliate a pezzi piccoli e proseguire la cottura per altri 7-8 minuti. Preparare la besciamella e unirla al sugo di verdure. Preparare il sugo di pesce: soffriggere aglio e olio poi aggiungere il pesce a pezzi ed i gamberetti tagliati a metà. Spruzzare con il vino bianco e cuocere per 10 minuti. Ungere le teglie (due da sei o una da 12) con un po’ di burro. Lessare pochi minuti in acqua bollente la pasta (due quadrotti alla volta) mettere in acqua fredda e poi deporre nella teglia. Stendere il sugo di pesce e poi la pasta e di seguito il sugo di verdure. Terminare con il sugo di verdure e infine cospargere con i formaggi grattugiati. Cuocere per 25 -30 minuti in forno ventilato a 200° C.musica da gustare

“By The Sea” – OST “Sweeney Todd”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *