Passatelli alle 3P e zucchine

passatelli_zucchine_e_tre_p

pacco

Fermo restando che vi ricordo che, quando capitate qui a zonzo nel blog, potete lasciarmi un commento, un saluto, una critica, un insulto, non ci provate 😉 un segno della vostra presenza, e poi se avete un appunto da fare o anche dei complimenti (!), vedrete che la risposta non tarderà ad arrivare. La proposta di oggi ho avuto occasione di assaggiarla (deppiù…) al ritorno da una giornata faticosa, di festa, ma tra alzatacce, salite e lunghe passeggiate… E’ chiaramente un tentativo di giustificarmi per l’assaggio prolungato, per l’attenzione esagerata nel soffermarmi a gustare il piatto. (Grazie Susy…) Secondo me, infatti, andrebbe di diritto sulle nostre tavole di Natale, niente da invidiare a cappelletti e a tutti gli altri “mostri sacri” del menù classico natalizio, anzi… Visto che da sempre si formano questi agglomerati di famiglie riunite per Natale (tutto il pedigree dal bisnonno e,giù giù, fino all’ultimo nipotino), ultimamente si è pensato bene di formare delle piccole cooperative “spontanee” di casalinghe che si dividono i compiti per la  preparazione delle varie portate.

In realtà si è sempre fatto, ma adesso la cosa ha preso un che di “manageriale”, un’organizzazione perfetta, un’ottimizzazione delle energie, ma non certo delle calorie… sigh! I primi piatti sono sempre e comunque abbondanti e abbondantemente diversificati, per cui, tra gli altri, ci sta benissimo anche un assaggio di questi passatelli alle zucchine e 3 P importanti: prosciutto cotto, pancetta affumicata e panna (scusate se è poco). Piatto tradizionale della mia zona e della vicina Romagna, una volta venivano realizzati con un ferro formato da un disco forato curvo con due manici laterali su cui si faceva forza sopra la spianatoia (una fatica non indifferente), per far uscire la pasta. Oggi si usa il più comune passapatate, anche se è abbastanza faticoso ugualmente… Le dosi sono molto variabili: dopo la prima volta sicuramente modificherete le proporzioni a vostro gusto: un po’ più formaggio, un po’ meno noce moscata, ecc. L’aggiunta di limone è addirittura facoltativa, ma un buon profumo di limone ci sta proprio bene. Una volta esclusivamente in brodo, i passatelli sono stati rivalutati da qualche anno e vengono proposti come piatto “di moda” e condito con i più svariati sughi: ai funghi, al tartufo, al sugo di pesce, con praticamente tutte le verdurine che volete e si prestano a tantissime altre varianti. Personalmente li preferisco con verdurine, una sferzatina di sapore (tipo pancetta, salsiccia, prosciutto) e panna per legare. Un segreto che non è più un segreto è quello di evitare il problema che i passatelli si spezzino utilizzando del pangrattato di pane comune, non deve contenere pane all’olio o comunque con qualche condimento. Pena: dello spezzatino di passatelli…

INGREDIENTI: (per 3 persone)

(per i passatelli)

uova 3
pangrattato 150 gr.
parmigiano grattugiato o grana padano 100 gr.
farina 2 cucchiai
noce moscata una grattugiata
limone una grattugiata (facoltativo)

(per il sugo)

zucchine piccole 2
dadi per brodo vegetale 2
prosciutto cotto a dadini 100 gr.
pancetta affumicata a dadini 100 gr.
panna da cucina 100 gr.

PREPARAZIONE:

Sugo:

Tagliare le zucchine a cubetti piccoli e farle cuocere in un brodino fatto con i dadi. Nel frattempo passate i dadini di pancetta e di prosciutto (in questo ordine, in modo che sfrutterete il grasso della pancetta per rosolarli) in una padella antiaderente che avrete scaldato bene, aggiungetevi le zucchine cotte e versatevi la panna.

Passatelli:

Mettere in una terrina tutti gli ingredienti e amalgamarli inizialmente con una forchetta e poi a mano, fino ad ottenere un panetto sodo e compatto, eventualmente aggiustare di farina e pangrattato per dargli la consistenza voluta. Lasciar riposare in frigo per 10 minuti.

Cottura e condimento:

Versare i passatelli in abbondante acqua salata (aggiungetevi anche del brodo, se vi è avanzato dalla cottura delle zucchine), lasciarli cuocere il tempo che vengano a galla, scolarli delicatamente, rimestarli nella padella del sugo che avrete nel frattempo rimesso sul fuoco. Spolverate con parmigiano, se volete, e servite.

mdg_2

“Oro” – Mango

condividi

3 thoughts on “Passatelli alle 3P e zucchine

  1. nooo, troooppo buono…mi piace e mi fa venir voglia di fare un po’ di esercizio manuale che per il mio polso non guasta.Ottimo suggerimento per variare cannelloni e pasta al forno. Grazie

    1. @ Laura
      No, il tuo polso non consente: hai della forza bruta a portata di mano?
      @ Anita
      Ciauuuu! E’ come se avessi sentito il tuo tono di voce: bentrovata, ripassa di qua e sorattutto dimmi cosa pensi del blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *