Pasta al pesto trapanese

pasta-al-pesto-trapanese

Ricordate la cena di fine luglio con alcuni “compagni di condominio” da cui sono scaturite le ricette della panzanella e della crostata alla nutella? Ecco qua, seconda puntata, nel senso che dal primo piano prima porta a destra ci siamo spostati al primo piano prima porta a sinistra … Non abbiamo fatto una gran carriera … ma abbiamo fatto un’altra bella cenetta. Questa volta appuntamento “chez Isabella”, che è stata illuminata sulla via di Damasco, o meglio, di Trapani, dal pesto particolare di quella zona. Anche questo a crudo e da realizzare in un blender, rappresenta quella famosa “mansanta” traduco “mano santa”, che si può utilizzare come soluzione last minute, o come “toh, ho un bel vasetto di pesto trapanese, allora oggi mi faccio una pasta al pesto, yuhuh!” oppure come “guarda come ti stupisco le ragazze della porta accanto” … come in effetti ha fatto Isabella con noi. Eravamo 4 “ragazze” (dai 33 in su, molto più su…) e una ragazzina (“vera”), figlia di una delle ragazze … Dovevano esserci anche due baldi maschi, il marito della padrona di casa e un altro vicino, del palazzo di fronte, che all’ultimo momento ci hanno fatto un bidone clamoroso, non c’è più religione: lasciare quattro dame da sole per frivoli motivi di lavoro, uffi… !
Non ci siamo certamente perdute d’animo e abbiamo solo rinforzato le provviste di bevande, poiché ci siamo rese conto che 4 donne a tavola davanti a dei buoni piatti di cibo, sono sicuramente una fonte inesauribile di gossip di ogni tipo e quindi avevamo bisogno di re-idratarci, ogni tanto. Tremate, tremate … Tra una chiacchiera e l’altra, però, ci siamo rese conto che questo pesto era clamorosamente buono, senza considerare la praticità di preparazione e versatilità d’uso. Noterete le mandorle al posto dei più consueti pinoli di altri tipi di pesto, che conferiscono una dolcezza piacevolissima a questo sugo, sdrammatizzata dagli altri ingredienti, tipo il parmigiano, che potrete dosare a vostro piacimento (più per eccesso, che per difetto, però), un po’ più d’aglio se volete e una punta di peperoncino, che in questo caso non c’era, ma che abbiamo “concordato” possa essere sapientemente aggiunto…

p.s. prossima volta appuntamento ai piani alti, in mansarda, “chez moi” …

INGREDIENTI: (per 5 persone)
pasta tipo penne
o fusilli (ma anche spaghetti o linguine) 500 gr.
mandorle pelate
80 gr.
pomodori tipo Piccadilly 8 o pomodori tondi maturi 4 medi
basilico 20 foglie
aglio mezzo spicchio
parmigiano 100 gr.
sale
olio e.v.o.

 

PREPARAZIONE:
In un frullatore (o mortaio) mettere le mandorle, i pomodori maturi spellati e tagliati a dadini, le foglie di basilico e l’aglio. Frullare fino ad ottenere una cremina non finissima, metterla in una terrina grande e versarvi la pasta cotta al dente, mescolare bene ed aggiustare il sale, l’olio e il parmigiano a vostro gusto.

mdg_2

“Sciuri sciuri” – Toto Cutugno

2 thoughts on “Pasta al pesto trapanese

  1. mandorle con la pasta???? Cris la voglio provare perchè non ho assoluamente idea che sapore possa avere. Ti farò sapere. Ciao e baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *