Fave cotte

fave_cotte

Tutto si può dire, meno che io abbia il pollice verde. Devo avervi già detto che gira una favoletta sul mio conto per cui non mi si possano neanche regalare delle piante di plastica, tanto riesco a far morire anche quelle… Prrrr a tutti questi maldicenti (ma purtroppo è così…) Per contro, c’è da dire che i miei hanno un triangolino di terra, ma non per modo di dire, proprio un fazzolettino, in cui piantano di tutto, e in ogni stagione dell’anno, riescono a tirarci fuori “miracolosamente” un sacco di ottime verdurine. E’ incredibile (per me) come quasi tutto cresca e venga fuori come deve essere… Sento qualche volta mio padre che impreca quando qualcosa non va proprio come dovrebbe, o meglio, quando magari i pomodori vengono più piccoli di quelli del vicino! Del resto si sa: “la verdura del vicino è sempre più verde..” Lo so che non diceva proprio così, ma un po’ riadattato va meglio… Insomma, tra tutto questo bendiddio che cresce, si raccoglie, si mangia, si ripianta a rotazione (lo so che non è il termine giusto, ma “l’ortolano” è mio padre), ci sono in questo periodo le fave. Posto che ci sono delle persone allergiche e per le quali le fave sono una minaccia “fisica”, esistono anche degli incredibili mangiatori di fave col pecorino… Ancora mio padre non è riuscito a far crescere il pecorino nel suo seppur vivacissimo orto…, ma le fave sono lì, ben riuscite e pronte per essere gustate in compagnia del formaggio diffusissimo dalle mie parti. A sentire i pareri di mio cognato ed altri divoratori di fave, la produzione di quest’anno è particolarmente buona, mentre devo dire che, in questo senso, io non sono molto di soddisfazione poiché crude, così non è che mi piacciano tanto anche se riconosco che col pecorino sono piacevoli. Cambia tutto però quando le fave vengono utilizzate cotte come contorno o come ingrediente principale per un buon sugo per la pastasciutta. L’altro giorno mia madre mi ha fatto una bella sorpresa preparandomele in padella, come vedete dalla ricetta: buone, buonissime, molto gustose.

Mi dicono che qualcuno utilizzi del finocchio selvatico al posto del rosmarino utilizzato qui. Provare per credere, poi fatemi sapere, nel frattempo proverò a chiedere a mio padre di provare a piantare una varietà di fave che crescano già sgusciate, pronte da cuocere o mangiare al naturale… dal produttore al consumatore: se è così bravo deve pur riuscirci, no? 😉

INGREDIENTI:
fave fresche sgusciate
aglio fresco
olio e.v.o.
sale
pepe
rosmarino

PREPARAZIONE:
In una padella antiaderente mettere un po’ d’olio e dell’aglio fresco comprese le foglioline e le fave. Coprire con un coperchio e quando le fave si saranno un po’ ammorbidite aggiungere sale, pepe e un rametto di rosmarino. Cuocere a fuoco basso, aggiungendo qualche mestolo di acqua ogni tanto, fino a quando le fave saranno morbide ma non disfatte.

mdg_2

Basket Case” – Green Day

condividi

4 thoughts on “Fave cotte

    1. @ vittoria
      già, peccato ci siano per poco tempo. Le ho viste surgelate, di una nota marca: chissà se sono ugualmente buone?!?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *