Riccioli d’oro

riccioli_d_oro

Ricordate i riccioli di patate di un  po’ di tempo fa? Ecco, queste sono le cugine, parenti strette delle altre. Mai darmi in mano delle patate, ogni volta che le compro mi vengono le idee più originali per cuocerle (… e mangiarle) e comunque non finisce qui perché ho già in mente un altro tipo di cottura che spero mi riesca … L’altra volta il taglio era sempre fatto con lo stesso attrezzo, il pelapatate, usato sia per pelare che per tagliare, ma erano fritte, stavolta il taglio rimane lo stesso ma vengono poi condite con pangrattato, olio, sale e pepe fondamentalmente, ma cotte in forno. Ancora più pratiche delle altre perché non si unge la cucina con l’olio del fritto, più sane perché è necessario meno olio, anche se un po’ serve, altrimenti non si cuociono mai, e, a livello di gusto ci andiamo vicinissimi, anzi molto vicini, anzi vicini, anzi: il fritto è il fritto, ma risparmiamo un po’ di calorie!!!

INGREDIENTI:
patate
pangrattato
olio
sale
pepe
coriandolo

PREPARAZIONE:
Sbucciare le patate, lavarle sotto l’acqua corrente e asciugarle bene. Ricavare tante strisce con il pelapatate, asciugarle del loro amido, insaporirle in una ciotola con olio, sale, pepe, coriandolo e pangrattato e mescolare bene con le mani. In una teglia larga ricoperta di carta forno disporre le patate in modo che possano essere stese senza sovrapporsi troppo. Irrorare con un filo d’olio, infornare in forno caldo a 200° C, controllare la cottura ogni tanto e aggiungere l’olio, se necessario. Eventualmente finire di cuocere con una passata di grill.

mdg_2

“The Day That Curly Billy Shot Down Crazy Sam McGee” – The Hollies

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *