angioletto che cucina m

accedi o registrati

 

Torta con le formichine

torta_con_le_formichine

Ben ritrovati… 😉 Lo so, lo so: voi magari siete stati sempre lì, vi vedo dalle visite che comunque andate a sbirciare tra le ricette, e ne sono felice. Io mi sono presa un po’ di ferie dal blog, in realtà non per riposarmi, ma un po’ per impegni vari, un po’ per lavorare proprio per questo blog, per un po’ di novità che magari si concretizzeranno non appena arriverà un po’ di fresco e tutti torneranno alle attività consuete. State lì, perché, se tutto andrà in porto, ci saranno un po’ di cosine veramente carine e piacevoli per voi, oltre al resto. Tra gli altri miei “impegni”… (!) sono tornate già da un po’ le consuete libagioni in spiaggia con i miei amici e, per chi non lo sapesse, non siamo proprio di quei gruppi da “insalata di riso e cocomero”, o meglio, anche… nel senso che i nostri pranzetti in spiaggia sono ormai diventati degli eventi cult (boom!), se non altro tra i nostri vicini di tavolo ai mitici Bagni Gabriele, che, tra una noiosa forchettata di riso e un triste morso al cocomero, ci guardano invidiosi… Come se non bastasse, qualche volta abbiamo organizzato anche qualche cena, di cui la più degna di nota, è quella in occasione della Fano dei Cesari, svoltasi poco tempo fa qui nella mia città, e culminata in cene e feste luculliane, tra cui quella con i miei amici. Vi faccio vedere qui sotto la locandina da me realizzata per il menù della serata (la “magna et ri-magna charta”…) in un latino maccheronico che, te lo raccomando…

magna_charta

Non so se rendo, e la locandina era l’ultima delle cose… Sul resto delle portate, sorvolerei, anche perchè di alcune avete già la ricetta qui nel blog (es.: panem pasqualis = pasquette …), ma mi vorrei concentrare su questa torta meravigliosa che Ornella, del gruppone di 26 persone che eravamo, ha voluto preparare per noi, oltre ad un “parterre” di dolci non indifferente, che si è particolarmente distinto perché era una new entry un po’ per tutti e che tutti hanno apprezzato sperticandosi di complimenti con la creatrice. Le formichine di cui si parla tra gli ingredienti, non sono quelle che infestano i cestini dei nostri pic-nic 😉 ma quel tipo di frutta estivo di piccole dimensioni e simil-susine, che a me piacciono tanto, ma possono tranquillamente essere sostituite da albicocche, susine, appunto, o frutta simile, non troppo acquosa però. Godetevi pure questa pasta tra frolla e brisée e il suo cuore meraviglioso di frutta. Complimenti Ornella, quando vuoi replicare, noi siamo sempre pronti, anche d’inverno, magari non per mangiare in riva al mare, ma possiamo sempre organizzarci… 😉

INGREDIENTI:
farina
300/310 gr.
burro 100 gr.
zucchero 100 gr.
fialetta aroma limone ½ o buccia limone
uova 2
latte 1 cucchiaio abbondante
lievito per dolci 1 bustina
formichine (o anche altra frutta) q.b.
zucchero a velo

PREPARAZIONE:
In una ciotola unire uova, zucchero, burro, latte, la mezza fialetta di aroma o la buccia di limone e poi la farina ed il lievito. Deporre ¾ dell’impasto in uno stampo (24 cm. di diametro) imburrato ed infarinato, disporre le formichine o altra frutta, spolverare con un cucchiaio di zucchero e coprire con la restante pasta. Cuocere per circa 40 – 45 minuti in forno a 180° C. Una volta raffreddata, cospargere di zucchero a velo.

mdg_2

“Stand and deliver” – Adam Ant and the Ants

CONDIVIDI

SEGUICI

SCOPRI!!!

NON IMPEGNANO

GLI ANGIOLETTI

CERCA UNA RICETTA

Scrivi il titolo di una ricetta, completo o parziale per trovare quella che cerchi

Accedi

Registrati

* i campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori